02 Dicembre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 02 Dicembre 2021 alle 20:22:00

Cronaca

Massimiliano Latorre riabbraccia la madre

 

L’airbus 319 CJ, che li ha riportati dall’India, e’ atterrato all’aeroporto di Ciampino alle 12,48. A bordo c’erano i due maro’ italiani Massimiliano Latorre e Salvatore Girone. Finalmente in Italia, finalmente a casa. 

 

Passano pochi minuti e i due fucilieri del battaglione San Marco, a cui erano state portate a bordo le divise invernali, sono scesi sulla pista per incontrare la stampa.

 

Entrambi i due militari hanno voluto ringraziare le istituzioni, il governo italiano e indiano per il rientro in Italia. “Ancora faccio fatica a rendermi conto che finalmente respiro aria di casa, l’amata Italia” ha detto Latorre.

 

“Grazie per la grande fiducia accordataci che ci consente di passare il Natale insieme ai nostri cari” gli ha fatto eco Girone.

 

Nel pomeriggio dopo una colazione riservata con i familiari e il capo di Stato maggiore della Marina, i due militari sono saliti al Quirinale per incontrare Napolitano.

Poi, in serata, il volo verso casa: a Taranto e a Bari.

 

Massimiliano Latorre è rientrato a Taranto e si è subito recato a casa di sua madre, che non vedeva da dieci mesi e mezzo. Ad attenderlo in via Argentina 43 c’erano alcuni familiari e amici, oltre ad una ressa di giornalisti, fotografi e cameraman. Latorre, apparso visibilmente commosso, è arrivato da Brindisi con un pulmino della Marina militare a bordo del quale c’era anche il comandante del reggimento San Marco, Panebianco. Il marò è entrato nello stabile in cui abita la madre insieme ai tre figli, alla sorella Franca e al nipote Christian D’Addario.

 

I due Marò rimarranno solo per il periodo natalizio. Poi di nuovo in India per il processo ai primi di gennaio. Ma ora è tempo di festa. E’ tempo di gioire in famiglia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche