25 Ottobre 2020 - Ultimo aggiornamento il: 25 Ottobre 2020 alle 07:30:39

Cronaca

​Assalto armato al supermercato​, preso il presunto malvivente

In fuga con 1.500 euro


Armato di pistola ha
rapinato un supermercato.
I poliziotti della Squadra Mobile
hanno notificato una ordinanza
di custodia cautelare in carcere a
Vittorio Colonna, tarantino di 35
anni, ritenuto responsabile di un
colpo messo a segno il 12 novembre scorso in un esercizio commerciale situato in viale Unicef.

Gli investigatori della Questura
hanno accertato, grazie anche alla
collaborazione delle vittime, che
intorno alle 20, orario di chiusura
del supermercato, un uomo a volto
scoperto e armato di pistola ha
fatto irruzione nel locale e puntando l’arma al volto del cassiere
è riuscito ad impossessarsi di circa
1500 euro.
Nelle ore successive alla rapina,
sulla scorta delle informazioni
raccolte, i poliziotti sono riusciti ad
individuare il presunto rapinatore,
il quale è stato rintracciato nella
sua abitazione il giorno seguente.

Nel corso di una perquisizione
domiciliare avevano recuperato
gli indumenti e un paio di occhiali
da vista che, come indicato dalla
descrizione delle vittime, erano
indossati dal malvivente.
Il 35enne ieri è stato rintracciato
e accompagnato presso la casa
circondariale di largo Magli.
La Polizia di Stato ha anche eseguito servizi di controllo del
territorio sanzionando quattro
parcheggiatori abusivi. Nel centro
cittadino e in Città Vecchia gli
agenti del Commissariato Borgo
hanno effettuato mirati controlli
per contrastare il fenomeno dei
parcheggiatori abusivi.
Sono stati sanzionati 4 parcheggiatori abusivi, segnalati come particolarmente molesti nei confronti
dei cittadini, ormai esasperati
dalle continue richieste. Sono state
elevate sanzioni per un totale di
3.000 euro con contestuale notifica dell’ordine di allontanamento
dal luogo in cui i quattro stavano
esercitando l’attività abusiva. Uno
di loro, proveniente da un paese
della provincia, è stato denunciato per violazione del foglio di via
obbligatorio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche