Cronaca

​Risolta positivamente la vertenza Planet Group​

Soddisfazione di Cgil e assessore Borraccino


Si risolve positivamente la vertenza riguardante i 1.000 lavoratori dei call center pugliesi Planet
Group.

«La vertenza che stiamo combattendo nei call center è sicuramente
complicata e ci porta ad assumere
anche responsabilità complicate nei
confronti delle persone: la vertenza
Planet Group è stata questa ma oggi
possiamo dire con serenità di aver
raggiunto un importante risultato – si
legge in una nota firmata da Andrea
Lumino (Slc Cgil Taranto); Tommaso
Moscara (Slc Cgil Lecce – Brindisi);
Rocco Rossini (Slc Cgil Puglia) – In
Puglia quasi mille lavoratori impegnati
in questa azienda sono stati al centro
di una vertenza sindacale complessa
nella quale come Cgil abbiamo denunciato la retribuzione non a norma,
le anomalie contrattuali ed il mancato
riconoscimento dei contributi previdenziali che hanno determinato il
blocco di prestazioni come maternità
o disoccupazioni.

Ci siamo assunti le
nostre responsabilità ed abbiamo fatto
‘sindacato di strada’ in mezzo alle persone, dalla parte dei più deboli: siamo
riusciti a chiudere un accordo con
l’azienda, ratificato oggi in Regione
Puglia in sede istituzionale, con cui
abbiamo ridato dignità a tantissimi
giovani e donne di questa Regione.
L’intesa sottoscritta dalle parti, con
un ruolo importante svolto dalla Task
Force per l’occupazione, in primis dal
presidente Leo Caroli, e dall’assessore
allo Sviluppo Economico Borraccino, con l’azienda rappresentata dalla
dottoressa Mina Missere sancisce
l’adeguamento immediato alla normativa nazionale dal 1 Febbraio 2019(la
retribuzione sale da 5 euro lordi a
6,51 sino al 31 dicembre 2019, da cui
poi si passa a 6,61), la ricognizione
e normalizzazione delle situazioni
previdenziali riconoscendo quanto
negato ai lavoratori come maternità o
disoccupazioni, apertura trattativa su
welfare e produttività.
Una vicenda che oggi segna in Puglia
un buon risultato per i lavoratori del
settore e lancia un messaggio chiaro
ad aziende e committenti: come Slc
Cgil siamo dalla parte dei lavoratori e
non siamo disponibili ad accettare al
ribasso sulle condizioni delle persone
e la loro dignità.

Per questo, partendo da questa vertenza, rilanciamo
auspicio che si apra presto un tavolo
regionale di confronto sul settore per
fare in modo di concertare una strategia di lotta a questo “caporalato” che
schiaccia cittadini e lavoratori in nome
del ricatto occupazionale: noi siamo
pronti a fare la nostra parte. Un lavoro
importante, di squadra – evidenziano
dalla Cgil – tra sindacato e Regione ha
prodotto un risultato importante per il
territorio pugliese e per i mille lavoratori impegnati in questa azienda: ma
è da qui che dobbiamo continuare per
riconquistare dignità e diritti».

Anche l’assessore regionale allo Sviluppo Economico, Mino Borraccino,
esprime soddisfazione a margine
dell’accordo. «Si è conclusa con un
esito confortante e positivo la riunione
della Task Force regionale per l’Occupazione convocata per affrontare
la vertenza relativa ai lavoratori e alle
lavoratrici di Planet Group, azienda
impegnata nel settore dei call center,
presente a Taranto (dove impiega circa 250 dipendenti), Brindisi, Lecce e
Francavilla Fontana, e che lavora con
commesse provenienti da importanti
gruppi di rilievo nazionale. All’esito
dell’incontro è stato siglato un accordo
tra i sindacati e l’azienda contenente la
previsione di un adeguamento salariale
per i lavoratori con il costo del lavoro
che sarà portato a 6,51 euro orari, con
l’impegno a rispettare il contratto collettivo nazionale e quello a revisionare
periodicamente il rispetto dell’intesa
raggiunta. Si tratta di un passo in avanti
molto significativo nella direzione di
garantire maggiori tutele e condizioni
più favorevoli ai lavoratori, in modo da
poter assicurare positive ricadute anche
per lo sviluppo del territorio.

Sotto altro profilo l’azienda, che sta superando
una congiuntura non particolarmente
favorevole attraversata nei mesi scorsi,
si è impegnata ad adoperarsi al fine
di affrontare e risolvere la questione
relativa al pagamento dei contributi
per i mesi pregressi.
Esprimo grande soddisfazione, come
assessore allo Sviluppo Economico,
per questo accordo e desidero rivolgere
il mio ringraziamento al Presidente
della Task Force, Leo Caroli, per l’equilibrio e la determinazione con cui
ha condotto i lavori, e ai sindacati e ai
rappresentanti dell’azienda per il senso di responsabilità dimostrato nella
gestione di questa vertenza, sempre
animanti dalla volontà di trovare una
intesa finalizzata a tutelare innanzitutto il diritto di centinaia di lavoratrici
e lavoratori a un buona occupazione.
Come Regione Puglia continueremo a
vigilare su questa questione, soprattutto con riferimento al preciso rispetto
delle intese raggiunte, e a questo proposito la Task Force si è impegnata a
riunirsi nuovamente entro il mese di
giugno prossimo per condurre una
apposita verifica».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche