Cronaca

​«Bisogna spingere per la “cura del ferro”»​

Vertice Comune, Provincia, Regione


«Bisogna spingere per la cura
del ferro anche a Taranto».
A seguito delle richieste formali delle ultime
settimane, il sindaco Melucci ha incontrato
giovedì a Bari l’assessore regionale Giannini,
insieme con il presidente della Provincia
Gugliotti, per ritrovare unità di intenti tra le
varie istituzioni e fare chiarezza in relazione
a «confuse e per certi versi allarmanti notizie
di stampa sulla prospettiva del trasporto
pubblico locale, sia su strada che ferrovia, da
e per il capoluogo ionico».

«Il sindaco Melucci – si legge in una
nota di Palazzo di Città – ha apprezzato
l’approccio franco e pragmatico dell’assessore
regionale, che ha evidenziato gli sforzi della
Regione Puglia per colmare uno storico gap
infrastrutturale di base e superare alcune
attuali limitazioni normative e finanziarie. Gli
amministratori ionici, tra altri target a brevemedio termine, hanno ribadito la necessità che
già entro il 2019 si provveda al consolidamento
delle navette aeroportuali ed al potenziamento
del sistema di treni regionali veloci in
connessione con la lunga percorrenza, che
al momento gravita sul capoluogo regionale,
per consentire ai tarantini di raggiungere Bari
entro i 50 minuti.

Questo nelle more che la
Regione Puglia proponga presto all’operatore
anche la prosecuzione di alcuni treni freccia
per Taranto, pur nella consapevolezza che trattasi di servizi a mercato, per i quali
l’utenza ionica sembra ancora non aver
risposto in maniera sostenibile. Sul punto e
per illustrare nel dettaglio il futuro modello in
corso di elaborazione da parte della struttura
regionale, l’assessore Giannini ha precisato
che è prevista in primavera una iniziativa
pubblica a Taranto».
I rappresentanti istituzionali torneranno a
riunirsi la settimana prossima per avviare un
focus specifico sullo stato degli investimenti e
le politiche riferibili all’aeroporto di Taranto
– Grottaglie.

«Sapevamo già – commenta Melucci – che
il lavoro dell’assessore Giannini è piuttosto
complesso, a volte anche poco visibile e lo
ringraziamo per l’attenzione che, nonostante
oggettive difficoltà, sta tentando di riservare
alla nostra comunità. Tuttavia, personalmente
mi lascia ancora piuttosto perplesso che
si propongano solo questioni di natura
tecnico-amministrativa e sfugga la portata
di scelte politiche rispetto ad una delle città
più importanti e grandi dell’intero Paese,
non solo della Puglia. Daremo a Giannini
un leale supporto e vigileremo nell’interesse
dei nostri concittadini. Sono convinto che
insieme si possa raggiungere presto un
buon punto di equilibrio. Non ci può essere
modernità, riconversione, turismo, senza
adeguati collegamenti».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche