Cronaca

​Sequestrati dieci chili di pesce​ in cattivo stato di conservazione

I carabinieri denunciano in stato di libertà due tarantini


I carabinieri denunciano in
stato di libertà due tarantini per vendita di prodotti ittici in cattivo stato di
conservazione.
Sono stati i militari della Stazione
di Sava a denunciare per vendita di
sostanze alimentari in cattivo stato di
conservazione, un settantacinquenne e
trentasettenne, padre e figlio, entrambi
tarantini.
I militari dell’Arma, durante un mirato
servizio finalizzato ai controlli sulla
tracciabilità e la corretta conservazione
dei prodotti alimentari facilmente deperibili, hanno sorpreso padre e figlio
che, all’interno del mercato settimanale allestito in un’area del Comune
di Sava, senza alcuna autorizzazione
ed in violazione della normativa sanitaria vigente, stavano vendendo circa
10 chilogrammi di prodotti ittici privi
di documentazione attestante la tracciabilità.

Il pesce, in cattivo stato di conservazione, è stato sottoposto a sequestro e
successivamente consegnato ad una
ditta autorizzata allo smaltimento come disposto dal personale sanitario dell’Asl
di Taranto, Dipartimento di Prevenzione
Servizio Veterinario Area B di Manduria,
intervenuto sul posto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche