Cronaca

​Falsificavano banconote, tre in manette​

​L’indagine ha preso le mosse da un sequestro effettuato a dicembre del 2017


Falsificavano banconote: tre arresti. I carabinieri
della Compagnia di Massafra hanno notificato ordinanze di
custodia cautelare in carcere al 42enne Antonio Spinosa e al
31enne Gabriele Ranaldo, entrambi di Laterza e a un commerciante 40enne di Ginosa. I provvedimenti sono stati emessi
dal gip del Tribunale di Taranto Vilma Gilli su richiesta del
pm Raffaele Graziano.

L’indagine, svolta dagli investigatori
dell’Aliquota operativa della Compagnia di Massafra, ha
preso le mosse da un sequestro effettuato a dicembre del
2017 dai carabinieri della Stazione di Palagiano. I militari
sono intervenuti in un panificio del luogo, dove una persona
aveva pagato utilizzando banconote tarocvcate. La persona
aveva rivelato di aver agito con un altro complice, il quale,
a sua volta, era stato sorpreso in possesso di altre banconote
contraffatte. I due avevano indicato in Gabriele Ranaldo il
fornitore di un blocco di dieci banconote fasulle da 50 euro.
Gli investigatori avevano avviato subito le indagini, attraverso le quali era emersa una intensa attività di produzione
e spaccio di banconote contraffatte, con epicentro a Laterza
e nella quale Antonio Spinosa avrebbe ricoperto il ruolo di
falsario, mentre Ranaldo e il 40enne ginosino, sarebbero stati
gli intermediari nella vendita dei blocchi di banconote false.

E’
stato accertato che il gruppo imponeva un prezzo di vendita
delle banconote contraffatte di grosso taglio corrispondente
al 10-15% del valore nominale, mentre per quelle di piccolo
taglio il prezzo era decisamente maggiore, salendo al 30%
del valore nominale.Nel corso dell’indagine sono stati anche
eseguiti arresti in flagranza di reato e sequestri di banconote
taroccate, come nel caso di un 64enne di Fasano e di un 22enne
di nazionalità rumena. Durante l’arresto , in casa di Antonio
Spinosa sono state rinvenute 210 banconote falsificate,di
vario taglio, pronte per essere messe in circolazione, nonché
515 banconote contraffatte di vario taglio mancanti della sola
striscia olografica, oltre a carta, timbri e stampanti utilizzati
per produrre banconote fasulle.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche