29 Novembre 2020 - Ultimo aggiornamento il: 28 Novembre 2020 alle 16:10:37

Cronaca

A bordo della sua auto armato di pistola, scatta un arresto​

Operazione della Polizia di Stato nel rione Paolo VI


Viaggiava a bordo
della sua auto con il caricatore negli
slip e una pistola sul sedile.

Nel tardo pomeriggio di ieri mentre
i Falchi percorrevano via Cannata,
nel quartiere Paolo VI, hanno notato
una Daewoo, con tre persone a bordo,
procedere a velocità sostenuta.
Il conducente dell amacchina alla
vista dei poliziotti ha uaumentato
la velocità, dando il chiaro segno
di voler sfuggire ad un eventuale
controllo.
I Falchi dopo un brevissimo inseguimento sono riusciti a fermare
l’auto. Nel corso del primo controllo
i poliziotti hanno rinvenito negli
indumenti intimi del conducente
Francesco L’Insalata, 26 anni, il caricatore di una pistola con all’interno
due proiettili calibro 9.
Subito dopo i poliziotti hanno rinvenuto sul sedile posteriore dell’auto
una pistola modificata e perfettamente funzionante, compatibile con
il caricatore irecuperato in precedenza. Nel portabagagli inoltre è stata
rinvenuta una mazza da baseball in
alluminio. Il conducente d è stato
dichiarato in arresto.

Gli altri due, rispettivamente di 25 e 34 anni, sono
stati denunciati in stato di libertà.
La Polizia di stato ha arrestato anche
un 50enne che ha aggredito la ex
moglie. Nella mattinata di ieri l’uomo
è stato fermato in un’operazione congiunta gli agentiu della Sezione Volante e della Squadra Mobile, Sono
i ntervenuti in via Plateja, a seguito
della richiesta di aiuto giunta al 113
da parte di una donna che raccontava
di essersi rifugiata all’interno di un
negozio, per sottrarsi alle ire dell’ex
marito. Quest’ultimo, che era ancora
davanti al negozio, non curante della
presenza dei poliziotti e del loro tentativo di riportarlo alla calma, ha più
volte cercato di entrare nel negozio
con il preciso intento di aggredire la
donna. Solo dopo numerosi tentativi
gli agenti delle Volanti sono riusciti a
dissuadere l’uomo che, riportato alla
calma, è stato condotto negli uffici
della Questura.
Dopo aver accertato i fatti anche con
il supporto delle immagini di alcuni
sistemi di video sorveglianza nella
zona il marito è stato arrestato per
maltrattamenti in famiglia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche