30 Novembre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 30 Novembre 2021 alle 08:52:00

Cronaca

Altro che Natale, tenta di estorcere soldi al parroco


SONY DSC

 

MARTINA – Tenta di estorcere denaro al parroco e danneggia oggetti sacri. Un trentanovenne martinese, Stefano Di Napoli, è stato arrestato dai carabinieri.

 

Il sacerdote lo aveva visto entrare in chiesa e magari aveva pensato che fosse un fedele bisognoso di parlare con lui, ma quando il parroco della chiesa di “San Francesco d’Assisi”, lo ha avvicinato, si è sentito chiedere, con tono minaccioso, 100 euro. “Dammi i soldi, altrimenti distruggo gli oggetti sacri della chiesa”. Ha urlato l’uomo al parroco.

Al secco rifiuto del sacerdote, il trentacinquenne ha afferrato due lampade ad olio e il lezionario scaraventandoli lungo la navata principale della chiesa e danneggiandoli seriamente. Alcuni fedeli hanno subito telefonato alla centrale operativa dell’Arma. Immediatamente dopo, l’intervento dei militari del Nucleo Radiomobile della Compagnia di Martina Franca che ha fatto sì che l’uomo tornasse in sé.

 

I carabinieri hanno prima condotto in caserma Di Napoli che tra l’altro è già conosciuto dalle forze dell’ordine ed è residente a Martina Franca, per poi trasferirlo nella casa circondariale di Taranto a disposizione del magistrato inquirente. Il trentanovenne martinese dovrà rispondere di tentata estorsione e di danneggiamento. Il danno provocato agli oggetti sacri ammonta a circa trecento euro.

 

Una storia davvero inquietante che è accaduta proprio nei giorni in cui si festeggia il Santo Natale. L’uomo, che ha danneggiato gli oggetti sacri per vendicarsi del netto rifiuto del sacerdote di consegnargli cento euro, è stato fermato grazie alla segnalazione dei fedeli che non hanno esitato a chiamare i militari dell’Arma.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche