27 Luglio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 27 Luglio 2021 alle 06:58:00

Cronaca

Cassa integrazione agli operai Ilva? Non ci sono i soldi


TARANTO – “Per la cassa integrazione in deroga agli operai dell’Ilva non ci sono soldi”. E’ quanto sostiene Luciano De Gregorio, assessore provinciale al Lavoro, dopo l’incontro che stamattina si é tenuto nella sede di via Tirrenia con dirigenti e sindacati. Assente per il grave lutto di famiglia che lo ha colpito, De Gregorio sta comunque seguendo la delicata questione che ruota attorno alla vertenza del siderurgico tarantino. La richieste di cassa, infatti, passano attraverso il suo assessorato. Questa mattina al tavolo dell’assessorato erano preseti un funzionario della Provincia, i sindacati e l’azienda.

La richiesta dalla Provincia alla Regione al momento c’é, perché formalmente andava eseguita. Lo stabilisce la normativa che prevede convocazioni, richieste e tempi. Per questo per stamattina era stato fissato l’incontro. “Per ciò che riguarda la vertenza Ilva – spiega De Gregorio (nella foto) – non ci sono le condizioni economiche per poter sanare la questione e soddisfare la richiesta di cassa. In Regione, l’impegno di riconoscimento di cassa é terminato a dicembre, per cui oggi non ci sarà il riconoscimento degli ammortizzatori sociali. In ogni caso, dopo la domanda di cassa da parte dell’azienda alla Provincia, é stata aperta la procedura, ma per soddisfare la richiesta ci sarebbe bisogno di un milione e 200 mila euro. E’ una cosa impossibile”. De Gregorio spiega che si é rivolto in Regione, dove sono già stati inviati gli atti, ma che qui non ci sarebbero spiragli. Insomma, nessuna possibilità di erogazione delle somme richieste per gli operai del siderurgico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche