19 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 19 Aprile 2021 alle 15:35:44

Cronaca

C’è il corto circuito. Paura allo Iacovone. “Ora il via ai lavori”


TARANTO – Pericolo scampato… per ora. Paura ieri sera allo stadio Iacovone. Il corto circuito ad una presa elettrica ha evidenziato l’emergenza dei lavori di adeguamento e di ristrutturazione dello stadio tarantino già in programma da tempo. Poco prima di Natale c’era stato il sopralluogo (un momento nella foto dello studio di Renato Ingenito) tra i dirigenti del Comune, l’assessore allo Sport, Gionatan Scasciamacchia e la presidente della società Taranto Fc 1927, Elisabetta Zelatore. Stamattina il ritorno in quei locali dei tecnici per la messa in sicurezza dell’impianto che ieri sera ha creato scompiglio negli spogliatoi.

Il cattivo odore ha catturato l’attenzione dei giocatori e del personale che in quel momento era nello stadio. La presa andata in fumo era quella degli spogliatoi degli ospiti. In quel momento lì dentro non c’era nessuno. Sono stati gli stessi giocatori ad intervenire ed a chiamare immediatamente i tecnici del Comune. “Già ieri sera e di nuovo stamattina – ci racconta la presidente Zelatore – i tecnici sono prontamente arrivati per garantire la sicurezza dei locali, ma bisogna rifare tutto l’impianto così come era già stato stabilito durante il sopralluogo con i dirigenti”. Subito dopo le festività natalizie i lavori dovrebbero partire. O almeno così spera anche la presidente della squadra calcistica tarantina. “Il mio personale auspicio – dichiara – è che al più presto vengano cantierizzati i lavori che dovevano, in verità, già essere stati fatti”. L’obiettivo è chiaramente quello di tranquillizzare quanti utilizzano quella struttura sportiva. L’episodio di ieri non ha avuto, fortunatamente, gravi conseguenze, ma le condizioni dell’impianto elettrico dell’intera struttura sono precarie. E il corto circuito ne è il segnale evidente. Questo mentre i rapporti tra Comune e società paiono rasserenarsi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche