14 Maggio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 14 Maggio 2021 alle 14:54:24

Cronaca

​Consulenti del lavoro: il confronto​

L’Ordine di Taranto è uno dei primi in Italia ad aprire un dibattito sulle opportunità della recentissima Riforma del Fallimento


L’Ordine dei Consulenti del
Lavoro di Taranto è uno dei primi in Italia
ad aprire un dibattito sulle opportunità che
la recentissima Riforma del Fallimento
offrirà ai Consulenti del Lavoro.
Il 14 febbraio scorso, infatti, è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il testo del Codice della crisi d’impresa e dell’insolvenza,
la cosiddetta Riforma del Fallimento; le
novità introdotte dal Decreto Legislativo
n. 14 del 12 gennaio 2019 entreranno in
vigore tra 18 mesi.

Giovanni Prudenzano, presidente del Consiglio Provinciale
dell’Ordine dei Consulenti del Lavoro di
Taranto, aprendo a Taranto il convegno
“Consulente del Lavoro: una professione
da valorizzare” ha spiegato che «la nuova
normativa offrirà importanti opportunità
professionali ai Consulenti del Lavoro
nell’ambito delle procedure che si attiveranno in occasione di un default aziendale».
«Naturalmente per cogliere queste opportunità il professionista dovrà essere in
possesso di specifiche abilitazioni – ha poi
annunciato Giovanni Prudenzano – e in tal
senso l’Ordine dei Consulenti del Lavoro di
Taranto, uno dei primi a livello nazionale,
si sta già adoperando per organizzare un
idoneo corso di formazione articolato
su circa 200 ore di lezioni».

Il convegno
“Consulente del Lavoro: una professione da
valorizzare” si è tenuto (venerdì 22 febbraio) presso la “Sala Caffio” del Centro Eventi
Educativi di Taranto. Molti Consulenti del
Lavoro hanno partecipato a questo evento
formativo dedicato a “il modello di validazione e la figura dell’enterprise police”; è
stato organizzato dal Consiglio provinciale
dell’Ordine dei Consulenti del Lavoro di
Taranto in collaborazione con l’Università
degli Studi di Napoli “Federico II”. I lavori
sono aperti dai saluti di Giovanni Prudenzano, presidente del Consiglio provinciale
dell’Ordine dei Consulenti del Lavoro di
Taranto, ai quali è seguito l’intervento del
Dott. Nicola De Benedictis su “Introduzione sulla prospettiva del futuro professionale. Utilizzo del modello di validazione e la
figura dell’enterprise police. Gli strumenti
operativi per la continuità e lo sviluppo
delle aziende”.

In seguito il Dottor Ricciotti
Graniglia ha relazionato su “Procedure attinenti la richiesta di finanziamenti ordinari,
redazione del b.plan attinente la continuità
operativa”, mentre il Dottor Daniele Monteodorisio è intervenuto su “Procedure
attinenti l’attivazione delle Agevolazioni
previste dal programma industria 4.0. Finanza agevolata, microcredito nazionale,
novità introdotte dalla legge di stabilità
2019”. Concludendo il suo intervento Giovanni Prudenzano ha spiegato che «anche
questo convegno rientra in un percorso di
formazione per fornire ai Consulenti del
Lavoro jonici il migliore aggiornamento
possibile; l’obiettivo finale è sempre quello
di contribuire a formare il “Consulente del
Lavoro 3.0”, un professionista sempre meno
impegnato negli adempimenti tradizionali, come l’elaborazione di buste paga e la
tenuta contabilità fiscale ma sempre più
orientato nel fornire consulenze verticalizzate alla clientela in diversi settori».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche