08 Maggio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 08 Maggio 2021 alle 07:01:43

Cronaca

​Ha sparato allo zio durante un litigio, atteso l’interrogatorio​

La lite per contrasti di natura familiare


Atteso l’interrogatorio di Fabio Carriere, il 31enne
arrestato dai carabinieri dopo aver ferito un suo zio, a colpi di
pistola, per contrasti di natura familiare.
Il ferimento sabato scorso poco dopo mezzogiorno in via Cesare Battisti.

La vittima, un 60enne tarantino, è stato centrato alle gambe da
cinque colpi d’arma da fuoco.
L’uomo che ha sprato si è poi dato alla fuga tra le vie del centro,
facendo perdere le sue tracce.
Le immediate indagini, condotte dai carabinieri del Nucleo
operativo e radiomobile della Compagnia di Taranto, hanno
consentito, a distanza di qualche minuto, di identificare il
presunto autore del ferimento il quale, raggiunto dai militari,
è stato arrestato per lesioni personali aggravate, detenzione e
porto illegale di arma.
Fabio Carriere, già noto alle forze dell’ordine anche per a
precedenti specifici (porto abusivo di armi), è stato trovato in
possesso della pistola utilizzata in precedenza, una Beretta
calibro 7.65, con matricola limata.

Al termine degli accertamenti il magistrato di turno della Procura di Taranto ha disposto il trasferimento in carcere dell’arrestato, mentre l’arma è stata sottoposta a sequestro, insieme ai
bossoli rinvenuti sul luogo del ferimento.
Il sessantenne gambizzato è stato ricoverato presso l’ospedale Ss.
Annunziata e guarirà in trenta giorni.
Il movente, come detto, è legato a dissidi di natura familiare che
nella mattinata di sabato sono culminati in una furibonda lite
durante la quale è avvenuta la gambizzazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche