08 Maggio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 08 Maggio 2021 alle 07:01:43

Cronaca

​«Masseria Carmine, ritorna la diossina»​

La denuncia del consigliere comunale Fornaro


«Apprendo con stupore che sono
stati rilevati nella cosiddetta “zona rossa” che
comprende anche la nostra Masseria, Masseria
Carmine, valori di diossina equiparabili a
quelli di 10 anni fa. Questi dati dovrebbero
pervenire dal deposimetro posizionato nel 2008
dall’Arpa sul tetto della nostra azienda. Qualora
la notizia, lanciata da Telenorba si rivelasse
vera sarebbe di una gravità inaudita, sarebbero
stati cancellati come con un colpo di spugna 10
anni di battaglie».

E’ quanto dichiara Vincenzo
Fornaro, consigliere comunale ed esponente del
mondo ambientalista tarantino.
«Mi chiedo cosa succederebbe oggi se avessimo
portato nuovi animali a pascolare su quei terreni,
avremmo forse subito una nuova mattanza, ma
soprattutto mi chiedo come si possa affermare
di aver risolto il problema Ilva se continuano
a venir fuori dati così inquietanti. Ricordo
che in quell’azienda ci vivo tuttora con la mia famiglia e la notizia mi lascia perplesso e
preoccupato. Nelle prossime ore farò tutti gli atti
consequenziali per approfondire la vicenda».

Sul tema è intervenuta l’associazione PeaceLink:
«Mentre PeaceLink diffonde un report da cui
risulta a Taranto un incremento degli IPA
cancerogeni nel 2019, si apre un nuovo fronte
come le notizie trapelate sugli aumenti di
diossina. Le analisi di Arpa nel deposimetro
della Masseria Formaro darebbero aumenti di
deposizioni considerevoli. Lo rivela Tg Norba
24 in un servizio televisivo dal titolo: “Ilva,
nuovo allarme diossina. Valori tornati ai livelli
di dieci anni fa”. Il nuovo allarme diossina a
Taranto era inaspettato. Infatti nella masseria
Fornaro le deposizioni di diossina da tempo
si erano ridotte e il fatto che siano tornate a
salire getta una luce oscura sul futuro di questa
masseria che dista meno di tre chilometri
dall’Ilva».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche