13 Maggio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 13 Maggio 2021 alle 18:30:05

Cronaca

​Frode fiscale, sequestro da oltre sette milioni​ di euro

​Nel mirino aziende che vendono liquori e bibite​


Frode fiscale, maxi
sequestro di beni a tre aziende che
operano tra Taranto, Bari e Napoli.
I finanzieri della Compagnia di Martina Franca hanno eseguito un decreto di
sequestro preventivo “per equivalente”
di beni mobili, immobili e disponibilità finanziarie per ben 7 milioni e 670
mila euro, nei confronti dei titolari di
tre aziende che operano nel settore
della distribuzione di bibite e liquori.

Il provvedimento, emesso dal gip del
Tribunale di Taranto, Rita Romano,
è scattato dopo una attività ispettiva,
originariamente avviata nei confronti
di un’azienda di Massafra e successivamente estesa alle altre due aziende,
al termine della quale è stata accertata
una frode fiscale di oltre 13 milioni di
euro, nonché la constatazione di ricavi
sottratti a tassazione per 15 milioni
di euro e I.V.A. evasa per 3 milioni e
260 mila euro. La frode accertata dalle
Fiamme Gialle consisteva nella falsa
fatturazione peri bibite e liquori destinati al mercato italiano, ad una fittizia
società slovena, di fatto riconducibile ad una impresa del tarantino.

L’attività s’inquadra nel più ampio
contesto di contrasto al fenomeno
delle frodi fiscali ed in particolare
di quegli operatori che con la loro
condotta illecita e ingannevole
non soltanto frodano il Fisco, ma
alimentano la concorrenza sleale
a danno di chi opera quotidianamente e con grande difficoltà
nel rispetto delle norme fiscali e
contributive.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche