30 Novembre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 30 Novembre 2021 alle 21:47:00

Cronaca

Un carico di droga nella motrice. Preso camionista


 

Aveva nascosto un carico di droga nella motrice del camion. Un autotrasportatore tarantino è finito nella trappola tesa dalla polizia. Nella serata di ieri gli agenti della Squadra Mobile hanno arrestato Antonio Fittipaldi, quarantatreenne già noto alle forze dell’ordine, dopo averlo trovato in possesso di trentuno chili di hashish e di uno di cocaina.

 

I poliziotti impegnati in una mirata attività antidroga, avevano, da alcuni giorni, messo sotto osservazione il 43enne tarantino, attualmente impiegato come autotrasportatore, sospettato di essere in possesso di un ingente quantitativo di sostanza stupefacente. I poliziotti in borghese nel corso delle indagini avevano maturato la ferma convinzione che la droga potesse essere stata nascosta all’interno di un motrice di un camion, in avaria da tempo e parcheggiato in una autorimessa situata sulla strada provinciale che conduce a Statte. Fittipaldi, infatti, durante i servizi di appostamento era stato visto spesso avvicinarsi a quel garage.

Nella tarda serata di ieri dopo averlo visto, per l’ennesima volta, avvicinarsi all’automezzo gli agenti, diretti dal dottor Roberto Giuseppe Pititto, hanno deciso di intervenire. L’uomo è stato fermato ed ha inizialmente dichiarato di non essere in possesso delle chiavi del cabina motrice.
Messo di fronte ad inconfutabili elementi che dimostravano il contrario ha dovuto consegnare e le chiavi del camion.

 

All’interno gli agenti della Squadra Mobile hanno rinvenuto un grosso pacco, avvolto interamente da nastro isolante, all’interno del quale erano custoditi trentuno chilogrammi di hashish, divisi in panetti ed un altro involucro con all’interno un chilogrammo di cocaina.

 

Al termine dell’operazione Fittipaldi è stato condotto negli uffici della Questura di via Palatucci e dichiarato in arresto. Poi è stato trasferito nella casa circondariale di largo Magli, a disposizione del magistrato di turno.

 

L’autotrasportatore tarantino deve rispondere di detenzione finalizzata allo spaccio di un ingente quantitativo di sostanza stupefacente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche