27 Novembre 2020 - Ultimo aggiornamento il: 26 Novembre 2020 alle 15:39:01

Cronaca

​Giornata mondiale del rene​, screening gratuiti ​a Taranto

Sarà celebrata il prossimo 14 marzo


La Società Italiana di Nefrologia (Sin) e la Fondazione Italiana
del Rene (Fir) sostengono la Giornata Mondiale del Rene, che sarà celebrata
il prossimo 14 marzo.

Su tutto il territorio nazionale, nella settimana dall’11 al 17 marzo si svolgeranno diverse attività connesse alla tematica scelta per quest’anno: “Prevenzione
per tutti e ovunque”. I Nefrologi, e quanti collaborano con essi, sensibilizzeranno il pubblico sulla prevenzione delle malattie renali attraverso iniziative
quali lo stazionamento di camper informativi nelle piazze, la presenza di
punti informativi in alcuni centri commerciali, l’informazione nelle scuole,
l’apertura degli ambulatori di Nefrologia per visite gratuite.

L’Asl di Taranto aderisce all’iniziativa aprendo le porte dell’Ambulatorio
di Nefrologia attivo presso l’Ospedale “SS. Annunziata” di Taranto, nella
giornata del 14 marzo dalle ore 10 alle ore 16.
Gli utenti interessati si presenteranno direttamente all’ambulatorio e, in ordine di arrivo, si sottoporranno gratuitamente allo screening per le malattie
renali. Lo screening prevede la misurazione della pressione arteriosa, un
esame delle urine e la valutazione degli ultimi esami del sangue (se sono stati
fatti di recente e nel caso l’utente porti con sé il referto). Inoltre, con ciascun
utente l’équipe avrà un colloquio, a scopo informativo, sulle malattie renali,
sulla diagnosi precoce delle stesse e sui comportamenti da assumere per un
adeguata prevenzione delle stesse.

L’invito è rivolto a tutti i cittadini, ma in particolar modo a chi ha o ha avuto
un familiare affetto da una malattia renale e chi è stato sottoposto a una
terapia potenzialmente nefrolesiva.
Il prof. Luigi Morrone, Direttore del Reparto di Nefrologia dell’Ospedale SS.Annunziata di Taranto, spiega l’importanza di iniziative di questo
tipo: «È importante sensibilizzare il pubblico al fine di richiamare l’attenzione
sulla salute del rene, dal momento che le malattie renali risultano in aumento
nella nostra società, in quanto aumentano i fattori di rischio – in particolare
patologie, quali l’ipertensione e il diabete, per cui si può sempre sospettare
un danno renale – e tenendo conto che queste malattie sono asintomatiche,
colpiscono silenziosamente. Proprio l’assenza di “campanelli d’allarme” evidenti rende necessari gli screening, che consentono di rilevare precocemente
la presenza di una malattia quando è ancora reversibile, evitando che evolva
verso un’insufficienza renale da poter essere curata solamente la dialisi».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche