10 Maggio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 10 Maggio 2021 alle 15:20:57

Cronaca

​Alto Impatto, sequestrate 10 moto e multe per 15mila euro​

I controlli dei carabinieri per garantire disciplina e legalità nelle strade tarantine


“Alto impatto”: controlli dei carabinieri per garantire
disciplina e legalità nelle strade tarantine. Il ripristino della legalità
nelle strade del capoluogo jonico continua ad essere tra gli obiettivi
prioritari della Compagnia Carabinieri di Taranto.

L’attività è mirata
principalmente a sanzionare la guida indisciplinata di automobilisti e
quindi ad accertare il rispetto delle norme stradali soprattutto nell’ambito del contrasto alla guida senza casco dei motocicli e garantire agli
utenti della strada una maggiore e crescente sicurezza. Anche questa
volta il modello operativo di controllo straordinario del territorio, svolto
nel quartiere Salinella e nella borgata di Talsano, ha visto impiegate
numerose pattuglie sia delle Stazioni che Sezione Radiomobile della
Compagnia cittadina tra cui anche una squadra di motociclisti. Sedici
le violazioni al Codice della Strada accertate per lo più connesse al
mancato uso del casco, alla mancanza di copertura assicurativa ed
omessa revisione di veicoli con sanzioni per complessivi 15.000 euro
ed il contestuale decurtamento di oltre 60 punti sulle relative patenti
degli indisciplinati conducenti.

Dieci i motocicli sequestrati. Nell’ambito di controlli sono state denunciati in stato di libertà per il reato di
detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, un quarantennme
e untrentenne, entrambi tarantini, colti in possesso, rispettivamente di
70 grammi di eroina e di 100 di hashish. Invece i carabinieri della
Sezione Radiomobile del N.O.R. della Compagnia di Martina Franca
hanno arrestato, nella flagranza del reato di inosservanza degli obblighi
derivanti dalla sorveglianza speciale un 45enne tarantino.Nel corso
di un controllo della circolazione stradalea
Martina Franca hanno notato il conducente di
un’autovettura che accortosi della loro presenza,
per eludere il controllo ha tentato una inversione di marcia. Si trattava di un uomo che stava
violando la sorveglianza speciale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche