Cronaca

​Lanciò la figlia dal terzo piano, chiesto il processo​

L’uomo risponde di tentato omicidio, lesioni gravi, maltrattamenti e resistenza a pubblico ufficiale


Ha lanciato la figlia
dal balcone provocandole lesioni
gravissime: chiesto il processo per
un cinquantenne tarantino.

La richiesta al gup è stata inoltrata
dal sostituto procuratore Filomena
Di Tursi.
L’uomo risponde di tentato omicidio
ai danni dei figli, lesioni gravi, maltrattamenti e resistenza a pubblico
ufficiale. Il 7 ottobre scorso un ragazzo fu accompaganto da un parente
pronto soccorso dell’ospedale San
Giuseppe Moscati con una ferita da
arma da taglio al collo. Era stato il
padre a colpirlo. I medici allertarono
subito i carabinieri i quali raggiunsero un appartamento situato in uno
stabile del quartiere Paolo VI. Una
volta sul posto i militari notarono
una bimba riversa sull’asfalto.

Poco
prima la bambina di sei anni era stata
lanciata dal padre da un appartamento situato al terzo piano. Allertarono
subito il 118 e con un’ambulanza la
piccola fu trasportata all’ospedale al
Ss.Annunziata in gravissime condizioni. L’uomo aveva ferito i due figli
dopo la separazione dalla compagna.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche