27 Novembre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 27 Novembre 2021 alle 17:56:00

Cronaca

Duranti e Stefàno, un posto in Parlamento


 

Il coordinatore provinciale di Sinistra Ecologia e Libertà Donatella Duranti vince a Taranto e blinda un posto in Parlamento. Al momento si tratta di dati provvisori. Sul sito internet del partito fondato dal Governatore Nichi Vendola ci sono, infatti, i dati aggiornati alle 15 del 31 dicembre. Soltanto domani, dopo la verifica dei verbali, si darà ufficialità ai risultati di Sel per ciò che attiene la Puglia.

 

Per i candidati della provincia di Taranto non è andata bene. Fatta eccezione per Donatella Duranti, che ha ottenuto la bellezza di 3.352 preferenze piazzandosi al quinto posto della graduatoria generale, gli altri candidati tarantini occupano gli ultimi posti. Al sedicesimo posto si piazza Massimiliano Cinque (studente universitario e coordinatore del circolo Sel di Carosino) con 262 voti. A seguire il lavoratore dell’Ilva (coordinatore del circolo Sel di Statte) Daniele Andrisani con 252 voti. Più in basso troviamo Mauro Liuzzi, anche lui dipendente dell’Ilva (consigliere comunale di Sinistra Ecologia e Libertà a Grottaglie) con 230 preferenze. 228 i voti totalizzati da Domenico Filomeno, medico ospedaliero ed ex consigliere comunale di Sel a Massafra. 

 

Primo posto assoluto per l’assessore regionale alle Risorse Agroalimentari Dario Stefàno che porta a casa 5.064 voti.

“L’ottimo risultato ottenuto da Dario Stefano è per noi de La Puglia per Vendola motivo di grande soddisfazione – sostiene il consigliere regionale e coordinatore provinciale del movimento Francesco Laddomada.

 

Questo risultato è la dimostrazione che l’ottimo lavoro da lui svolto ha trovato riscontro negli elettori, essere il più suffragato in assoluto nelle liste di Sel a livello regionale ne è la prova. Sono particolarmente soddisfatto del risultato raggiunto in Provincia di Taranto, i 477 voti ottenuti sono il frutto del buon lavoro che con i simpatizzanti del nostro movimento abbiamo svolto e chiara attestazione della crescita che abbiamo avuto in questi anni”. Con ogni probabilità Stefàno sarà capolista al Senato.

 

Ottavo posto per il presidente del Consiglio regionale Onofrio Introna che, nonostante la candidatura accettata in extremis, riesce ad ottenere ben 2.807 preferenze.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche