16 Maggio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 16 Maggio 2021 alle 15:41:06

Cronaca

​Blitz anticontrabbando, scattano due denunce e pesanti sanzioni​

​Nei guai due donne titolari di un esercizio commerciale situato nel quartiere Paolo VI​


I carabinieri sequestra­no 52 chilogrammi di sigarette, in parte di contrabbando, in parte con il sigillo dei Monopoli di Stato ma vendute senza licenza.

Scattano due denunce e tre pesanti sanzioni pecu­niarie. I militari del Nucleo investiga­tivo del Comando provinciale, durante l un mirato servizio hanno denunciato in stato di libertà una 43enne e una 37enne, incensurata, proprietarie di un esercizio commerciale, dove veni­vano vendute sigarette dei Monopoli di Stato, senza le prescritte autorizza­zioni, ma anche tabacchi di contrab­bando.La notte scorsa una pattuglia in borghese del Nucleo investigativo ha intercettato, in via Orsini un motoci­clo con duepersone a bordo, le quali, dopo aver effettuato una manovra sospetta hanno cercato di disfarsi di un sacco in cellophane di colore nero lasciandolo sul ciglio della strada. I due, accortisi che la vettura che li se­guiva apparteneva alle forze di polizia hanno tentato di fuggire ma sono stati raggiunti e bloccati dai militari.

Dopo averli identificati e recuperato il sacco che è risultato contenere 30 stecche di sigarette di contrabbando del peso di circa 6 chilogrammi, i c arabinieri li hanno accompagnati nella caserma di viale Virgilio dove i due ammettevano di essersi disfatti del sacco contenente i tabacchi ma hanno precisato che stavano eseguendo una consegna per conto di una donna, sorella della titolare di un esercizio commerciale ubicato nel quartiere Paolo VI. Una volta sul posto i carabinieri hanno sottoposto ad una perquisizione il negozio rinvenendo 46 chilogram­mi di sigarette. Per i due giovani e per la donna che aveva chiesto loro di eseguire la consegna, data l’esiguità del peso dei tabacchi è scattata la contestazione ammini­strativa che prevede una sanzione pecuniaria da un minimo di 5.000 ad un massimo di 50.000 euro, mentre per le due titolari dell’e­sercizio commerciale è scattata la denuncia in stato di libertà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche