Cronaca

Usura, maxi confisca di beni: azienda, fabbricati e conti correnti per 2 milioni

In azione la Guardia di Finanza del Nucleo di polizia economico - finanziaria


Maxi confisca di
beni ad un lizzanese coinvolto in
un giro di usura.

I finanzieri del Nucleo di polizia
economico- finanziaria hanno
eseguito la confisca di beni per 2
milioni e 242mila euro nei confronti del quarantaseienne Giuseppe
Berdicchia. Sotto chiave un compendio aziendale, due fabbricati,
quote societarie, conti correnti ed
automezzi. Il Tribunale di Lecce
ha disposto nei confronti di Berdicchia anche la sorveglianza
speciale con l’obbligo di soggiorno
nel comune di residenza per la durata di tre anni.

Il 46enne lizzanese
era indagato nell’ambito dell’operazione “Shylock” del giugno 2010,
conclusasi con l’esecuzione di 13
ordinanze di custodia cautelare nei
confronti di responsabili del reato
di usura, riciclaggio e reimoiego
di capitali di provenienza illecita.
Il sequestro scattato nell’agosto del
2016 ora divenuto confisca è stato
possibile perché gli approfondimenti investigativi hanno evidenziato che la netta sproporzione tra
le spese sostenute annualmente dal
nucleo familiare del 46enne e le
fonti di reddito a loro attribuibili.
secondo magistratura e investigatori delle Fiamme Gialle sarebbe
derivata dai proventi dell’attività
usuraria reinvestiti in quote societarie di un bar che Berdicchia
avrebbe fittiziamente intestato a
una terza persona in maniera tale
da ostacolare l’applicazione di misure di prevenzione patrimoniali
nei suoi confronti.

Secondo l’accusa
il 46enne avrebbe amministrato
l’attività commerciale curando
tutte le fasi di avviamento, intrattenendo contatti con gli agenti di
commercio, i fornitori di merci e
con il personale addetto al funzionamento del bar. La Finanza ha
eseguito la confisca che ha riguardato un complesso aziendale, due
fabbricati, quote societarie , copnti
correnti e automezzi per oltre due
milioni di euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche