27 Ottobre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 27 Ottobre 2021 alle 15:58:37

Cronaca

​Alloggi popolari, Liviano interroga Emiliano e Melucci​

La lettera pubblicata da Taranto Buonasera

Gianni Liviano
Gianni Liviano

«Per quali motivi il
Comune di Taranto non ha ottemperato a quanto previsto dalla legge
regionale 10/2014 non rinnovando le
graduatorie per l’assegnazione degli
alloggi popolari?».

A chiederlo è il consigliere regionale Gianni Liviano il
quale ha rivolto un’interpellanza al presidente della Giunta
regionale, Michele Emiliano, e al
sindaco di Taranto, Rinaldo
Melucci. Tutto
prende le mosse da una lettera, pubblicata lo
scorso 12 marzo su
Taranto Buonasera,
di un cittadino pronto a
compiere gesti estremi dal
momento che lo stesso sarebbe
in attesa da tempo dell’assegnazione
di una casa popolare da parte del
Comune di Taranto.
«In questa lettera, indirizzata anche
a Prefettura, Questura, Sindaco,
assessore ai Servizi sociali del Comune di Taranto, al dirigente delle
Politiche abitative e a tutti i consiglieri comunali – spiega Liviano – il
cittadino lamentava una serie di
presunte irregolarità nella gestione
degli alloggi popolari che lo avrebbero pesantemente danneggiato».

«Per questo motivo – aggiunge Liviano – visto che l’ultimo bando per
l’assegnazione delle case popolari
è fermo a Taranto al 2013 e che la
graduatoria a tutt’oggi non
è ancora esaurita, ho
chiesto al presidente
della Regione e
allo stesso sindaco di verificare
se è vero, come denunciato nella lettera pubblicata su
Taranto Buonasera, perché
il Comune non
ha rinnovato le graduatorie già scadute
da due anni. Allo stesso
tempo – conclude il consigliere regionale Liviano – ho chiesto
di verificare se è vero che molte
persone non aventi diritto occupano
gli immobili di proprietà comunale e di sollecitare gli organismi
competenti affinché provvedano
immediatamente al rinnovo delle
graduatorie e al rispetto delle leggi
vigenti nell’assegnazione degli alloggi popolari».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche