26 Novembre 2020 - Ultimo aggiornamento il: 26 Novembre 2020 alle 12:41:42

Cronaca

​Il Mercatino delle Pulci si sposta al Borgo​

L’assessore Tilgher: «Bancarelle in piazza Garibaldi»


Il Consiglio comunale
di Taranto ha approvato ieri la nuova
Regolamentazione del Mercatino
delle Pulci, che si svolgeva ogni
domenica mattina in zona Salinella.

«Da anni questo punto di ritrovo,
nato da felice intuizione e buone
intenzioni, si era trasformato in un
ricettacolo di illegalità ed esempio
di comportamenti indecorosi. Con
l’intenzione di riprendere quanto
di buono vi è nell’idea originaria –
commenta l’assessore alle Attività
Produttive, Valentina Tilgher – il
nuovo Regolamento riposta alle orginarie motivazioni il cosiddetto
“Mercatino delle Pulci” o, più propriamente, mercatino del vintage
e dell’hobbistica.

Uno spazio di
scambio e socializzazione nel quale i cultori del genere abbiano una
collocazione e che possa fungere da
luogo di interesse per la cittadinanza:
una destinazione per la passeggiata
della domenica mattina, in cui curiosare fra le bancarelle alla ricerca di
oggetti interessanti ed originali. Per
questo abbiamo inteso spostare la
collocazione del mercatino nel Borgo
della città, dove anche il controllo
sociale fosse maggiore. La riduzione
del numero di operatori ammessi ed i limiti fisici dell’area individuata
(piazza Garibaldi) sono finalizzate
a premiare gli operatori che hanno
sempre interpretato con correttezza
il senso di questa manifestazione.

A loro spetterà anche il compito di
autoregolarsi, tramite un Comitato,
che sarà chiamato a collaborare
strettamente con l’Amministrazione
per il mantenimento del decoro e
la segnalazione di comportamenti
“anomali” – afferma Tilgher – Ci
auguriamo che questo intervento,
che avrà la sua attuazione nei prossimi giorni, risulti efficace, grazie al
supporto della Polizia Municipale.
Devo però dire che, con i consiglieri, siamo ben coscienti di quanto la
situazione sia delicata e che consideriamo i prossimi mesi una fase di
verifica e sperimentazione. Qualora
dovessero verificarsi situazioni lesive
dell’interesse della città, non esiteremo a prendere provvedimenti più
incisivi, fino anche alla chiusura del
Mercatino stesso.

Devo ringraziare –
conclude l’assessore – i consiglieri e il
presidene della commissione Attività
Produttive, Emidio Albani, con i quali abbiamo lavorato in questi mesi per
individuare le giuste soluzioni ad una
situazione che si protrae da anni».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche