Cronaca

​Sotto chiave 14mila articoli fasulli e non sicuri​

Gli ingenti sequestri della Guardia di Finanza


Vendita di prodotti non conformi agli standard di sicurezza, contraffazione, abusivismo commerciale: tutti fenomeni che, solitamente, registrano “picchi”
verso l’alto in corrispondenza di particolari
ricorrenze e festività “commerciali” come il
periodo di Carnevale.

Nel mese di febbraio, infatti, la Guardia di
Finanza nel corso di 17 interventi eseguiti su
tutto il territorio provinciale, ha sequestrato
14mila articoli contraffatti o non sicuri:
perlopiù maschere, costumi e giocattoli. Una
persona è stata segnalata all’autorità giudiziaria. Nove invece le persone segnalate,
per violazioni amministrative, alla locale
Camera di Commercio.

“Il sequestro dei “prodotti contraffatti o non
sicuri” rappresenta, per le Fiamme Gialle,
solo un punto di partenza: l’obiettivo, infatti,
è sempre quello di ripercorrere a ritroso
l’intera filiera, sino a giungere all’individuazione dei produttori/importatori e dei centri
di smistamento e distribuzione della merce
illecita.- si legge in una nota della Finanzatra le operazioni spicca quella condotta dalla
Tenenza di Castellaneta con il sequestro amministrativo di 11.600 articoli carnevaleschi,
eseguito presso un esercizio commerciale
di Mottola gestito da un cittadino cinese,
risultati privi dei contenuti minimi delle
informazioni per il consumatore finale, in
violazione del Codice del Consumo.
L’intensificazione dell’attività del Corpo a
contrasto degli illeciti economico-finanziari
connessi al commercio di prodotti non sicuri o contraffatti- conclude la noita delle
Fiamme Gialle- persegue un duplice obiettivo: salvaguardare l’economia legale e gli
imprenditori onesti, cui si affianca l’imprescindibile esigenza di tutelare la salute e la
sicurezza dei consumatori, soprattutto di
quelli più piccoli”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche