Cronaca

​Il consulente del lavoro nel processo tributario​

Venerdì 22 marzo, a partire dalle 9, presso la “Sala Caffio” del Centro Eventi Educativi


Da sempre la giustizia tributaria costituisce un
tassello fondamentale per il corretto dispiegarsi del rapporto
fisco-contribuenti. Ma quali opportunità professionali offre oggi
al Consulenti del Lavoro il processo tributario?

A questa domanda cercherà di rispondere il Convegno “La figura
del Consulente del Lavoro nel Processo Tributario. Analisi e
Prospettive”.
La manifestazione si terrà venerdì 22 marzo, a partire dalle ore
9, presso la “Sala Caffio” del Centro Eventi Educativi, in piazza
Santa Rita a Taranto. Il convegno è organizzato dal Consiglio
provinciale dell’Ordine dei Consulenti
del Lavoro di Taranto, con media
partner il Gruppo Sole 24 Ore;
la partecipazione dà diritto ai
professionisti a crediti della
Formazione Continua Obbligatoria.

Dopo i saluti di Giovanni
Prudenzano,
presidente del Consiglio
provinciale dell’Ordine dei
Consulenti del Lavoro di Taranto, relazionerà Danilo Sciuto,
commercialista in Catania ed esperto
del “Commercialista Telematico”, che
approfondirà diverse tematiche.
In primis Danilo Sciuto illustrerà le opportunità per il Consulente
del Lavoro derivanti dal contenzioso tributario e dalle attività
prodromiche, per poi passare ad analizzare gli strumenti del
fisco per il controllo dei contribuenti, soffermandosi sulla nascita
dell’avviso di accertamento. L’esperto passerà poi ad illustrare
gli istituti deflattivi del contenzioso, riassumibili nella massima
“prevenire è meglio che curare”, per poi concludere analizzando
la struttura e le tecniche operative del processo tributario.

Nel presentare l’iniziativa Giovanni Prudenzano, presidente del
Consiglio Provinciale dell’Ordine dei Consulenti del Lavoro di
Taranto, ha spiegato che «questo convegno rientra nel nostro
percorso di formazione per fornire ai professionisti jonici il
migliore aggiornamento possibile; l’obiettivo finale è sempre
quello di contribuire a formare il “Consulente del Lavoro 3.0”,
un professionista sempre meno impegnato negli adempimenti
tradizionali, e sempre più orientato nel fornire consulenze verticalizzate alla clientela in diversi settori».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche