16 Maggio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 16 Maggio 2021 alle 15:41:06

Cronaca

​Le Acli provinciali aderiscono al Piano Taranto​

Le parole del presidente Giuseppe Mastrocinque


Le Acli provinciali hanno
aderito al coordinamento che ha redatto
il documento del “Piano Taranto”.

«Le Acli – dichiara il presidente Giuseppe
Mastrocinque – vogliono essere coerenti
con il messaggio evangelico che ne deve
ispirare l’operato e non possono restare
inerti nei confronti di chi antepone il
profitto al diritto alla vita, consentendo
che la salute degli abitanti di Taranto e di
gran parte della sua provincia venga messa quotidianamente in pericolo. La città
è in fermento e noi delle Acli dobbiamo
fare la nostra parte. Se c’è da resistere, con
le armi della partecipazione e della non
violenza, le Acli devono essere al fianco
di chi lotta per affermare diritti che nel
ventunesimo secolo non dovrebbero essere più messi in discussione; devono essere
accanto ai bambini di Taranto, la cui salute viene vilipesa ogni giorno ed a cui viene
impedito persino di giocare all’aperto e di
frequentare la propria scuola».
«L’essenza della vita cristiana – ricorda
Mastrocinque – non si esaurisce nella partecipazione alle funzioni religiose.

Essere
cristiani vuol dire dare testimonianza
attiva degli insegnamenti evangelici. Gli
esempi a cui ispirarci non mancano: dal
partigiano Giuseppe Dossetti a don Giovanni Minzoni, antifascista che pagò con
la vita la sua opposizione al regime, sino
a don Pino Puglisi, ucciso dalla mafia per
l’impegno profuso in favore della legalità.
Oggi noi aclisti di Taranto siamo chiamati
a dare il nostro contributo reale, con coraggio e determinazione, alla battaglia
per la dignità di un’intera comunità. Lo
faremo con la passione e l’impegno che
ci appartengono»

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche