14 Maggio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 14 Maggio 2021 alle 12:23:24

Cronaca

​Fuori pericolo l’operaio folgorato da una scarica elettrica

Sciolta la prognosi


E’ fuori pericolo
il 47enne manduriano vittima di
un grave infortunio sul lavoro,
avvenuto in un cantiere edile,
all’interno di un impianto di compostaggio.

Dal reparto di rianimazione dove
era ricoverato è stato trasferito nel
reparto di chirurgia dello stesso
ospedale Marianna Giannuzzi.
La ripresa delle funzioni vitali ha
consenito ai medici di sciogliere la
riserva sulla prognosi.
L’uomo che è stato folgorato da
una scarica elettrica dell’alta
tensione mentre manovrava una
pompa del cemento sulla pedana
di un capannone, ha avuto un
arresto cardiaco durato diversi
minuti risolto positivamente
grazie al massaggio cardiaco iniziato tempestivamente da un suo
collega e dalle successive manovre
rianimatorie dei soc corritori del
118 anche con l’impiego del defibrillatore.
Dopo la ripresa dell’attività cardiaca era stato intubato e ricoverato in rianimazione sino a ieri.

Intanto proseguono le indagini da
parte dei carabinieri della stazione di Manduria, dei tecnici dello
Spesal, servizio antinfortunisco
della Asl e dei militari del Nucleo
investigativo del lavoro.
Ieri gli inviati dell’ispettorato
hanno interrogato in ospedale il
ferito che risulta regolarmente
assunto dall’impresa edile titolare
del cantiere.
I carabinieri della stazione di
Manduria, su delega del pubblico
ministero Remo Epifani, hanno
sequestrato il camion-pompa su
cui stava lavorando l’operaio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche