26 Gennaio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 26 Gennaio 2021 alle 15:19:23

Cronaca

​Entro luglio riaprono gli uffici comunali​ al Borgo

L’annuncio dell’assessore Paolo Castronovi


«È ragionevole pensare
che entro il mese di luglio gli uffici, resi
accoglienti e funzionali, saranno aperti
al pubblico».

Lo annuncia l’assessore
comunale agli Affari Generali e Risorse
Umane, Paolo Castronovi.
Nei giorni scorsi, il Consiglio comunale
ha approvato all’unanimità una mozione, presentata dalla consigliera Floriana de Gennaro del gruppo La Scelta
#pertaranto, con cui la massima assise
cittadina impegna l’Amministrazione
ad adoperarsi per riattivare al Borgo
gli Uffici comunali demografici per il
rilascio della carta di identità e di diversi
certificati anagrafici.

«Apprezzo l’interessamento e la sollecitazione della consigliera De Gennaro e
la ringrazio così mi dà modo di comunicare lo stato dell’arte della questione
della riattivazione al Borgo degli Uffici
comunali demografici per il rilascio della carta di identità e di diversi certificati
anagrafici, oltre che di uno sportello
dedicato alle imprese – evidenzia l’assessore Castronovi – I locali individuati
sono tuttora oggetto di un contenzioso
con il vecchio affittuario e quindi prima
di entrare nella disponibilità degli uffici,
per essere adeguati all’uso, bisognerà
compiere alcuni passi formali. Sono già
state consegnate le apparecchiature del
Ministero degli Interni per la emissione delle carte di identità elettroniche e
nella prima settimana di aprile saranno
collaudate. Questa informazione è utile
a comprendere che l’intenzione dell’amministrazione era quella di aprire già
in questi giorni l’ufficio di cui si tratta;
purtroppo quando si amministra ci si
deve scontrare con percorsi tortuosi e
burocratici, ma stiamo risolvendo. È
ragionevole pensare che entro il mese
di luglio gli uffici, resi accoglienti e
funzionali, saranno aperti al pubblico.
Nel frattempo – conclude l’assessore –
l’amministrazione é impegnata in un
riordino complessivo degli uffici per
venire incontro alle esigenze dei cittadini degli altri quartieri ed anche ottenere
una maggiore efficienza funzionale».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche