08 Maggio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 08 Maggio 2021 alle 08:30:10

Cronaca

Furto in casa, quattro arresti

Presi dai carabinieri dopo un inseguimento. Recuperati 1300 euro


Mettono a
segno un furto in un appartamento ma vengono “pizzicati” dai
carabinieri.

I militari della Stazione di Palagianello e dell’Aliquota radiomobile
della Compagnia di Castellaneta
hanno arrestato un venticinquenne,
un ventenne, una ventiduenne e
una sedicenne, tutti di nazionalità
rumena, senza fissa dimora e con
precedenti di polizia.
Nel corso di un mirato servizio di
pattuglia, finalizzato alla prevenzione e alla repressione di reati
contro il patrimonio, i carabinieri
sono intervenuti presso un’abitazione di Palagianello dove poco prima
era stato compiuto un furto.
Nel corso del sopralluogo hanno
avuto modo di accertare che i
malfattori, approfittando della momentanea assenza del proprietario,
dopo aver messo a soqquadro l’intera abitazione, si erano impossessati
della somma di oltre 1.300 euro e
di un braccialetto in oro.

La rapida attività d’indagine svolta dagli investigatori dell’Arma
ha permesso in breve tempo di
accertare che i presunti autori del
furto, ripresi dalle telecamere di
videosorveglianza installate nella
zona, si erano allontanati a bordo
di una Volkswagen Passat di colore
scuro.
Le ricerche sono state prontamente
attivate da tutte le pattuglie presenti in zona e una di queste ha
intercettato dopo alcuni frangenti
la macchina segnalata.

I presunti ladri alla vista della
“gazzella” si sono dati alla fuga
per le vie dell’abitato nel tentativo
di far perdere le loro tracce.
Ne è scaturito un inseguimento che
è terminato sulla statale 106 jonica.
La successiva perquisizione a carico degli occupanti del veicolo ha
consentito di rinvenire denaro contante, in banconote di vario taglio,
e materiale da scasso, tra cui una
lamina in acciaio, utilizzata solitamente per forzare le porte blindate.
I quattro giovani rumeni sono stati
quindi dichiarati in arresto e dopo
le formalità di rito, i tre maggiorenni, sono stati trasferiti presso
la casa circondariale del capoluogo
jonico mentre la sedicenne è stata
condotta presso l’Istituto Penale
per Minorenni di Bari, come disposto dalle autorità giudiziarie.
La refurtiva portata via dall’abitazione è stata interamente recuperata e restituita al proprietario
mentre l’autovettura utilizzata dai
quattro presunti ladri è stata posta
sotto sequestro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche