09 Maggio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 09 Maggio 2021 alle 18:23:49

Cronaca

​Zone economiche speciali, tra agevolazioni fiscali e semplificazioni​

Ecco i Comuni interessati dall’istituzione della Zes jonica

Una veduta aerea di Taranto
Una veduta aerea di Taranto

«Opportunità di sviluppo per molti comuni
pugliesi e lucani». Nei giorni scorsi la Giunta regionale
ha approvato il Piano strategico per la Zes interregionale
Jonica, che prevede agevolazioni fiscali e semplificazioni amministrative per gli operatori economici del
territorio.

«Le aree comprese nella Piano della Zes jonica – afferma
Mino Borraccino, assessore regionale allo Sviluppo Economico – sono, per il Polo di Taranto: l’area Portuale di
Taranto, l’area Distripark di Taranto, l’area retroportuale
ASI di Taranto, l’area retroportuale privata di Taranto,
l’area Pip Talsano est Taranto, l’area Pip Paolo VI Taranto,
l’area PIP di Statte, l’area industriale (Asi – Comune) di
Massafra, l’area PIP di Massafra, l’area industriale espansione Martina Franca, l’ area industriale di Mottola. Per
il Polo di Grottaglie: l’aeroporto di Grottaglie, il Centro
intermodale di Francavilla Fontana, l’area di sviluppo aeroportuale di Grottaglie, l’area Pip ampliamento di
Grottaglie, l’area industriale Monteiasi, l’area Pip di
Faggiano, l’ area industriale di San Giorgio Jonico, l’area
industriale di Manduria, l’area PIP di Francavilla Fontana, l’ area Pip di Carosino.Per il Polo di Melfi: l’area
industriale San Nicola di Melfi, l’ area industriale Vitalba. Per il Polo di Ferrandina: l’area industriale Balvano
– Baragiano, l’ area industriale Tito, l’ area industriale
Jasce- La Martella, l’ area industriale Val Basento, il
Pip Policoro, l’ area industriale di Scanzano Jonico.

Per
il Polo di Galdo di Lauria: l’area industriale Galdo di
Lauria, l’area industriale di Viggiano, l’area industriale
di Senise. Il Piano strategico – conclude Borraccino – ora
passerà al vaglio del Governo centrale che ci si augura
possa approvarlo al più presto e consentire così l’avvio
del progetto che rappresenta una grossa opportunità di
sviluppo socio- economico per la nostra regione».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche