14 Maggio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 13 Maggio 2021 alle 18:30:05

Cronaca

​Rubavano energia elettrica: nei guai 16 tarantini. Anche detenuti ai domiciliari​

I carabinieri hanno denunciato persone residenti in diversi quartieri


Rubano energia elettrica allacciandosi alla rete pubblica.

Nei guai sedici tarantini tra cui
cinque detenuti ai “domiciliari”.
In azione i carabinieri della Compagnia di Taranto, i quali con l’ausilio
dei tecnici dell’Enel, negli ultimi
giorni hanno eseguito una serie di
controlli per verificare il corretto
funzionamento di contatori dell’energia elettrica installati in esercizi
pubblici e in abitazioni private del
capoluogo, i cui consumi facevano
sospettare manomissioni degli apparecchi.Nel corso dell’operazione
i militari hanno denunciato in stato
di libertà sedici persone residenti
in diversi quartieri della città, tra
cui cinque sottoposte agli arresti
domiciliari per altri reati.
Tutti ora devono rispondere del
reato di furto aggravato continuato.

I militari dell’Arma, durante gli
accertamenti, hanno constatato che
gli stessi, utilizzando cavi elettrici di fortuna, avevano provveduto ad
allacciarsi abusivamente alla rete
elettrica pubblica, procurandosi
così illegalmente energia elettrica
per le rispettive abitazioni.Analoghi controlli continueranno anche
nei prossimi giorni. Nell’ambito
dei servizi scattati per contrastare
il fenomeno diffuso dei furti di
energia elettrica nei giorni scorsi
numerose sono state le ispezioni
delle forze dell’ordine anche in
attività commerciali del centro
cittadino. Denunciato un commerciante che aveva nascosto in
un vaso di fori un magnete che
consentiva la sottomisurazione
dei consumi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche