15 Maggio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 14 Maggio 2021 alle 19:15:24

Cronaca

​Le spose marinaie unite da Taranto (e galeotto fu Carl)​

L’unione civile per la quale si è mosso anche il ministro


Da teatro di scena per
i musicarelli e le loro Promesse da
marinaio a scenario dei primi passi
della love story omosessuale che ha
avuto il plauso anche del ministro
della Difesa Elisabetta Trenta.

C’è anche Taranto nell’unione civile
tra due donne, il tenente di vascello
Lorella Cipro ed il nocchiere Rosa
Maria Mogavero che domenica 31
marzo hanno celebrato in alta uniforme proprio la loro unione a La
Spezia, dove sono di stanza le navi
su cui prestano servizio, la Leonardo
e la Duilio.
Che la vicenda abbia avuto notevole
rilevanza mediatica lo dimostra il
fatto che i due principali giornali
nazionali, Corriere della Sera e Repubblica, dedicano alle due donne
militari unite civilmente una “intervista doppia” in cui raccontano
la loro storia; una storia in cui un
posto d’onore lo ha proprio la nostra
città che con la Marina Militare ha
un legame storico.
«Ci siamo conosciute quattro anni fa
a Taranto, entrambe frequentavamo
dei corsi.

E Lorella (il tenente di
vascello Cipro, ndr) ha affittato casa
davanti alla mia. Una sera, rientrando, ho notato subito i suoi cani» dice
al Corriere il nocchiere Moavero.
“A farle conoscere, una sera di quattro anni fa, è stato un cane, Carl, il
chow-chow che il tenente di vascello
Cipro stava accompagnando a passeggio a Taranto, dove era destinata
a seguire un corso di tattica navale”
annota la giornalista di Repubblica alla quale Mogavero ha anche
spiegato che nel mondo militare
«non abbiamo mai trovato nessuna intolleranza. L’orientamento sessuale riguarda esclusivamente la sfera
privata e la Difesa riconosce che la
serenità derivante dal potersi esprimere liberamente negli affetti ha
ricadute positive anche nell’ambiente
di lavoro. La scelta di passare sotto
il “ponte di sciabole” non è neanche
partita da noi, ci è stata proposta
dal reparto di Lorella (Cipro), era
una cosa voluta fortemente da loro».

«La Marina è una grande famiglia»
ha ribadito al Corriere il tenente di
vascello Cipro.
Proprio sul Corriere viene riportata
la curiosità che è stato il cane più piccolo della coppia, un bulldog inglese
di nome Ginevra, a portare le fedi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche