07 Maggio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 06 Maggio 2021 alle 15:58:04

Cronaca

​Sotto sequestro 500 chilogrammi di cozze pericolose​

Carabinieri e Guardia Costiera denunciano sei persone


Carabinieri e Guardia Costiera denunciano sei persone per produzione, detenzione
e commercializzazione di cozze nere in cattivo
stato di conservazione e provenienti dal 1° seno
del Mar Piccolo.

In azione i carabinieri del Nucleo investigativo del Comando Provinciale e del
Nas di Taranto insieme ai militari della Sezione
Polizia Marittima della Guardia Costiera.
Nerl corso di servizi di appostamento eseguiti
a bordo di unità navale della Guardia Costiera,
sono statio individuati e bloccati un 55enne e un
38enne, entrambi pescatori tarantini. Sono stati
sorpresi mentre, a bordo di una imbarcazionie a
motore, stavano trasportando 400 chili di cozze
nere appena raccolti dagli impianti del 1° seno
del Mar Piccolo, in violazione dell’ordinanza
regionale che disciplina la coltivazione e la movimentazione dei mitili in quel tratto di mare.

Nell’ambito della stessa attività, i carabinieri
del Nas di Taranto hanno sorpreso 4 persone
mentre vendevano, in strad, in diversi quartieri
della città mitili e altri prodotti ittici, in cattivo
stato di conservazione, privi di bollo sanitario,
di etichettatura e certificazione attestante la
zona di provenienza e di produzione. Hanno
sequestrato 110 chili di cozze nere e 30 chili di
prodotti ittici di vario tipo.autocompattatore. Le
due imbarcazioni ed i motori fuori bordo sono
stati sottoposti a sequestro e custoditi in un’area
portuale vigilata, mentre le cozze e gli altri prodotti ittici sono stati immediatamente distrutti
con un autocompattatore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche