28 Novembre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 28 Novembre 2021 alle 17:57:00

Cronaca

Ilva, la Procura stoppa il dissequestro. Si torna dalla Todisco


 

La battaglia continua. A colpi di sequestri e dissequestri, perizie e contro-perizie, decreti e ricorsi. Chi pensava che la conversione in legge del cosiddetto decreto Salva-Ilva e la sua pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale potesse mettere fine alle ostilità si è subito dovuto ricredere. 

 

La Procura della Repubblica di Taranto – si legge in un lancio dell’Ansa – ha dato parere negativo sull’istanza di dissequestro dei prodotti finiti e semilavorati avanzata dai legali dell’Ilva. I magistrati hanno rimesso gli atti al Gip al quale chiedono di sollevare la questione di legittimita’ costituzionale sulla legge 231 del 24 dicembre 2012, la cosiddetta ‘salva-Ilva’.

 

La richiesta dei legali del gruppo dell’acciaio fa riferimento al sequestro disposto il 26 novembre scorso. I legali del gruppo Riva nei giorni scorsi avevano presentato anche un ricorso al Tribunale dell’appello contro il sequestro dei prodotti finiti. L’udienza e’ gia’ fissata per l’8 gennaio. Contro il decreto legge, nei giorni scorsi, la Procura ha sollevato alla Corte Costituzionale il conflitto di attribuzione tra poteri dello Stato.

 

Se la Procura avesse ritenuto che i prodotti Ilva (un milione e 800 mila tonnellate per un valore di un miliardo di euro) andavano dissequestrati, avrebbe potuto autonomamente emettere il provvedimento.

 

Insomma, si torna al punto di partenza: sul tavolo dell Gip Patrizia Todisco. A lei la Procura ha inviato una corposa documentazione. Se dovesse ritenere ‘manifestamente infondata’ la richiesta dei pm, decidera’ nel merito dell’istanza di dissequestro dei prodotti. Se invece dovesse ritenere fondata la richiesta della Procura, allora sollevera’ la questione di legittimita’ costituzionale della legge dinanzi alla Corte Costituzionale, trasmettendo gli atti alla Consulta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche