21 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 21 Aprile 2021 alle 16:13:38

Cronaca

Le Carte d’identità? In piazza Immacolata


 

TARANTO – “Assegnazione dei locali dello stabile di piazza Immacolata, numero 18, alla direzione Decentramento, Comunicazione e Innovazione ed alla direzione Servizi Sociali”. 

 

A dare il via libera al trasloco è stata la Giunta che, nei giorni scorsi, ha approvato una delibera per il trasferimento degli uffici comunali in piazza Immacolata. In alcuni appartamenti del salotto della città troveranno spazio (in attesa della consegna dei nuovi locali che si trovano nell’ex struttura del mercato coperto, al momento interessati da lavori) gli sportelli per il rilascio di certificazioni di anagrafe e carte d’identità ma soprattutto gli uffici del Servizio Sociale decentrato che attualmente si trovano a Palazzo Fornaro.

 

“La Giunta comunale aveva assegnato alla direzione Polizia Municipale le unità immobiliari poste al primo, secondo e ottavo piano dell’immobile di proprietà comunale sito alla piazza Maria Immacolata, n. 18, per la creazione di un presidio di polizia a servizio del quartiere Borgo – si legge nella relazione stilata dal dirigente del Patrimonio Gianrodolfo Di Bari – conformemente alle disposizioni della direzione Decentramento e per motivi derivanti dall’esigenza della razionalizzazione della spesa pubblica si è comunicato ai proprietari dello stabile sito in via Acclavio n. 65, dal Comune utilizzato come sede degli uffici facenti capo alle Direzioni Servizi Demografici, Decentramento ed Affari Generali, la volontà dell’Amministrazione comunale di restituire entro il 31 dicembre 2012, l’immobile di loro proprietà”.

 

In pratica, nei mesi scorsi, il Comune ha allertato i proprietari della sede di via Acclavio annunciando il trasferimento entro la fine dell’anno. Ora, dopo il trasloco in piazza Immacolata, al primo piano “al fine di non creare disagio all’utenza del centro cittadino” sarà sistemato lo sportello per il rilascio di certificazioni di anagrafe e carte d’identità. Il tutto, come detto, in attesa della sede dell’ex mercato coperto.

 

“La direzione Servizi Sociali – spiega il dirigente Di Bari – dovendo liberare i locali attualmente occupati presso Palazzo Fornaro, ha fatto richiesta di utilizzo dei locali posti al 1o e 2o piano dello stabile di piazza Maria Immacolata per utilizzarli come servizio sociale decentrato”. La Giunta guidata da Stefàno ha accolto la proposta del dirigente, aprendo di fatto le operazioni di trasferimento degli uffici comunali in pieno centro alla luce del “parere favorevole sulla regolarità tecnica espresso dall’ing. Gianrodolfo Di Bari, dirigente della direzione Patrimonio e del parere favorevole sulla regolarità contabile espresso dal dott. Luigi Panunzio, dirigente della direzione Programmazione Finanziaria”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche