07 Maggio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 06 Maggio 2021 alle 15:58:04

Cronaca

​Lions Club Host premia tre tarantini virtuosi​

Un riconoscimento a coloro che si sono distinti per principi etici


Anche quest’anno il Lions
Club Taranto Host, guidato dal presidente
Luciano Ciussi, ha consegnato il Dies
Virtutis, un riconoscimento d’onore a coloro che si sono distinti per aver trasfuso,
nella società, quei valori e quei principi
etici che consentono la realizzazione di
opere di bene.

L’importante benemerenza lionistica è stata conferita nella serata di sabato 13 aprile
presso il Salone di Rappresentanza della
Provincia alla presenza di Autorità civili
e lionistiche, tra cui l’assessore agli Affari
Generali e Risorse Umane del Comune di
Taranto Paolo Castronovi che, in rappresentanza del sindaco Rinaldo Melucci, ha
ringraziato il club per la nobile iniziativa
riconoscendo quanto di utile i Lions fanno
per il Territorio.
«L’iniziativa – ha sottolineato il presidente Ciussi – è nata nel 1992 da una felice
intuizione del prof. Paolo De Stefano,
che prendendo spunto dalla frase di Giovenale (la sola unica nobiltà è la virtù),
in una società sempre affollata di furbi
e millantatori, in una società vessata da
interessi e riferimenti effimeri, pensò di
far conferire dal Lions Club Taranto Host
di cui era socio, un riconoscimento a chi
nel corso dell’anno si era distinto per aver
perseguito quotidianamente i valori etici
e morali. Da allora, ogni anno, si rinnova
il Dies Virtutis con la cerimonia di consegna delle targhe ricordo a chi, lontano
da passerelle e riflettori, si è distinto per
essersi impegnato con entusiasmo, umiltà,
capacità, e onesta nella vita quotidiana,
rispettando quei principi di etica».

Nel corso degli anni sono stati premiati
studenti, professionisti e decani dei commercianti.
Quest’anno il riconoscimento è stato
consegnato al dott. Piero Abbruzzese,
cardiochirurgo di una delle più prestigiose
strutture pediatriche italiane (Ospedale
Regina Margherita di Torino) che ha intrapreso fin dall’inizio della carriera una
parallela e intensa attività di chirurgo nei
paesi più dimenticati del mondo, prestando collaborazione anche a Gino Strada.
Premiata anche Roberta Di Laura,
ballerina professionista, insegnante e
coreografa, attualmente docente di danza
in Germania, Membro del Consiglio Internazionale della Danza di Parigi (Unesco),
Ambasciatrice della “Universum Academy Switzerland“ di Lugano e direttrice
artistica dell’International Universum
Dance Award. Premiata anche la Libreria
Casa del Libro Mandese, nella persona
del cav. Nicola Mandese, per l’impegno
che i Mandese hanno profuso nel settore
librario sin dalla fine del XIX secolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche