08 Maggio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 07 Maggio 2021 alle 18:28:42

Cronaca

​Riti della Settimana Santa, turisti anche dal Giappone​

La soddisfazione dell’assessore Tilgher


«Possiamo guardare
con soddisfazione ai risultati ottenuti,
in termini di afflusso turistico, dalla
città di Taranto». L’assessore comunale
allo Sviluppo Economico e Marketing
Territoriale, Valentina Tilgher, traccia
un bilancio dei Riti della Settimana
Santa tarantina.

«I tradizionali suggestivi Riti dei Misteri, senza dubbio i più imponenti in
Puglia per durata e dimensioni, hanno
attirato in città turisti di molte diverse
provenienze, con una importante presenza di spagnoli e francesi, dall’estero,
un folto gruppo di giapponesi e una
significativa presenza di italiani dalle
regioni del Nord Italia. Le prenotazioni, poco prima dell’inizio dell’evento – evidenzia Tilgher – facevano
prevedere un afflusso coerente con
le passate edizioni. Le prenotazioni
last minute hanno poi portato ad un
incremento delle presenze, che hanno
fatto registrare il tutto esaurito in tutti
i B&B della città vecchia e una ottima
percentuale di riempimento presso gli
alberghi del centro, come confermato
dai titolari interpellati.

Anche i dati
forniti dagli esercenti del settore della
ristorazione hanno confermato che
in tutto il periodo pasquale c’è stata
una ottima presenza di frequentatori
locali e non. Molti turisti al termine
delle processioni si sono riversati alla
scoperta delle bellezze artistiche ed
archeologiche della città affollando
chiese, ipogei e musei. L’attrazione più
visitata è stato il Castello Aragonese,
seguito dal MArTA e dal nostro Borgo
Umbertino, con le sue bellezze liberty.
L’Infopoint, osservando gli orari 9-22 –
sottolina l’assessore – ha continuamente
monitorato l’afflusso chiedendo la provenienza ed accompagnando il turista
nei punti più importanti della città sia
attraverso l’utilizzo di cartine multimediale sia con materiale informativo. Gli
stessi operatori dell’Infopoint, muniti
di regolare tesserino di guida turistica, hanno accompagnato vari gruppi
attraverso i caratteristici vicoli della
Città Vecchia per visitare gli ipogei,
le chiese e i numerosi palazzi storici.

La Curia ha aperto le porte di Palazzo
Arcivescovile, della terrazza di San
Cataldo ed ha accolto i visitatori con
degustazioni di nicchia della tradizione
tarantina. I Riti della Settimana Santa
hanno un enorme potenziale attrattivo,
per il turismo, che va adeguatamente
potenziato e valorizzato nella Comunicazione. Tuttavia – conclude l’assessore
Tilgher – il lavoro di impostazione di
una sostenibile attività turistica sul
territorio, è da legarsi ad incremento
di infrastrutture e canalizzzazione
dell’offerta, al fine di rendere la città
conoscibile e fruibile per tutte le settimane dell’anno. In tal senso sono ad
oggi rivolti gli sforzi dell’assessorato al
Marketing Territoriale».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche