Cronaca

Roghi, vertice tra Polizia e Carabinieri


 

Riunione del Nucleo di intelligence, composto da Polizia di Stato e Carabinieri, che sta indagando sui roghi della Befana. Gli investigatori della Squadra Mobile della Questura e del Comando provinciale dell’Arma faranno il punto riguardo alle indagini avviate per incastrare li autori dei raid compiuti nella notte tra sabato e domenica e durante i quali hanno dato fuoco a tredici macchine e agli androni di due palazzi del centro.

 

Sono convinti che si sia trattato di puri atti vandalici anche se non sottovalutano altre ipotesi. Polizia e carabinieri stanno visionando le immagini riprese da due sistemi di videosorveglianza situati lungo il percorso fatto dai due motociclisti sospettati di aver partecipato alla incursione notturna.

 

Dell’allarme piromani si è parlato, ieri mattina, durante la riunione del Comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica presieduta dal prefetto Claudio Sammartino.

Un particolare approfondimento su un fenomeno che sta destando una certa preoccupazione tra i cittadini. L’impressionante sequenza di fuoco ha colpito rione Solito, centro e quartiere Paolo VI. Un momento di grande tensione per la città che ora deve anche fronteggiare i piromani che purtroppo prendono di mira soprattutto le automobili parcheggiate per strada.

 

Come detto è stata decisa la costituzione di una task force che si è messa subito al lavoro ottimizzando le informazioni e le analisi riguardo a tutti gli attentati incendiari, per poter attuare una strategia unitaria che assicuri una più decisa azione di prevenzione e un più articolato controllo del territorio.

 

Durante il vertice al quale hanno partecipato il questore Enzo Mangini i comandanti provinciali di carabinieri e Finanza, colonnelli Daniele Sirimarco e Salvatore Paiano e il comandante del Corpo Forestale dello Stato, Giuseppe Cavaliere, inoltre è stata fatta una analisi dello stato della sicurezza pubblica sia del capoluogo, sia dei centri della provincia.

 

Il Prefetto ha disposto più controlli del territorio per assicurare maggiore incisività e visibilità all’azione delle forze dell’ordine, che continueranno a svolgere servizi articolati anche con la collaborazione della Polizia Municipale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche