24 Ottobre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 24 Ottobre 2021 alle 22:59:00

Cronaca

Bagni pubblici d’oro. Tre milioni e mezzo per pulirne ventuno


 

Difficile trovare, in tutta la città, qualcuno che possa testimoniare con certezza che i bagni pubblici siano aperti e a tutti gli effetti funzionanti. Il più delle volte, infatti, le “toilette d’emergenza” sono accessibili al pubblico soltanto a determinate ore del giorno. Un paio la mattina, altre due ore alla sera. Il che equivale a chiedere ai tarantini di espletare dei bisogni… a comando. 

 

Proprio nei giorni scorsi è stata aperta la procedura del bando di gara per l’affidamento del “servizio di pulizia, custodia e manutenzione dei bagni pubblici di competenza comunale per la durata di cinque anni”. Costo? 3milioni e mezzo di euro.

Nel bando si fa riferimento a ventuno impianti sparsi per tutta la città: piazza Kennedy – giardini villa Peripato; piazza Castello; piazza Carbonelli; piazza Lojucco (Talsano); piazza della Vittoria (Talsano); mercato di via Lucania; mercato Fadini; mercato Salinella; mercato Ittico; mercato Tamburi – ex Pibigas; mercato delle pulci (Salinella); mercato Talsano; cimitero Talsano; cimitero San Brunone ingresso centrale; cimitero San Brunone ingresso lato est; cimitero san Brunone lato ovest; piazza Caduti del Lavoro – via De Cesare; piazza Marconi – via Dante; piazza San Francesco – via Orsini (Tamburi); via Nitti – ex Enpas; piazza Icco. 

 

Ma anche con l’ausilio di questa “mappa” si fa fatica a capire l’esatta collocazione dei bagni pubblici, proprio perché è diventato praticamente impossibile trovarli aperti in orari di punta. 

 

Ad ogni modo, l’Amministrazione comunale vuole affidare il servizio di pulizia, custodia e manutenzione dei ventuno presidi alla modica cifra di tre milioni e mezzo di euro. 

 

“L’importo annuo del servizio posto a base di gara – si legge nel bando stilato dal dirigente – è stimato, in via presunta, in 694.225 euro oltre iva e quindi, con riferimento all’intera durata dell’appalto in 3.471.125 euro”. La scadenza per la ricezione delle offerte è fissata alle 12 del 21 febbraio. 

E se nell’attesa vi scappa dovrete… tenervela.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche