14 Maggio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 14 Maggio 2021 alle 08:15:36

Cronaca

​Controlli a tappeto sulle patenti false, due denunciati​

Una serie di verifiche presso gli Uffici della Motorizzazione Civile


Controlli della Polizia di Stato sulle patenti:
scattano due denunce per falso in atto pubblico.

Gli agenti della Sezione di Polizia Stradale di Taranto ha attivato una serie di controlli presso gli Uffici della Motorizzazione
Civile, su richiesta del personale incaricato, per esaminare le
pratiche di richieste di rinnovo patenti.
È stato così rilevato che due delle richieste esaminate presentavano evidenti anomalie. Le due patenti contenevano dati
non veritieri, sebbene lo stampato meccanografico apparisse
autentico. I due automobilisti, immediatamente individuati,
hanno pertanto beneficiato nell’arco temporale di 10 anni, di
una patente che invece non era mai stata conseguita.
Nel corso di accertamenti relativi a pratiche riguardanti la
richiesta di immatricolazione di veicoli, è emerso che una di
queste era relativa a un veicolo già immatricolato presso altro
Dipartimento Trasporti Terrestri per il quale è stata anche
accertata la provenienza furtiva, oggetto quindi di riciclaggio.

Sulla base degli elementi raccolti la Polstrada ha denunciato
in stato di libertà i due titolari delle patenti falsificate per
falso ideologico in atto pubblico e truffa ai danni dello Stato.
Sono ancora in corso ulteriori indagini per accertare ulteriori
responsabilità.
Invece a Martina Franca i poliziotti del locale Commissariato
nel pomeriggio di martedì sono intervenuti per sedare una lite
tra padre e figlio. Giunti sul posto i poliziotti hanno riportato
la calma tra i due.
Prima di lasciare l’abitazione, la moglie ha inoltre consegnato
agli agenti una pistola custodita in una busta di cellophane.
Grazie agli accertamenti è stato possibile appurare che l’arma
ricevuta dalla donna non risultava registrata in quanto mai
dichiarata.

Era infatti detenuta da alcuni anni, senza autorizzazione, dopo il ritorno in Italia dei coniugi che si trovavano
all’estero per lavoro. La pistola, una semiautomatica calibro 7.62
di fabbricazione Ceca, completa di matricola e di due caricatori,
è stata così posta sotto sequestro. L’uomo è stato denunciato
in stato di libertà per detenzione illegale e omessa denuncia di
possesso di arma da fuoco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche