02 Marzo 2021 - Ultimo aggiornamento il: 01 Marzo 2021 alle 15:17:50

Cronaca

​Statte, venticinque anni di autonomia ​

Annullo filatelico fino a metà giugno


STATTE – Annullo filatelico per i 25
anni di Statte. Fino a metà giugno nella
sede centrale di Poste Italiane la celebrazione dell’identità legata all’acquedotto, Il sindaco Andrioli: “Abbiamo
scelto di tornare al simbolo della vita
di questa terra”
Il 1° maggio del 1993 il Comune di
Statte divenne Comune autonomo, legando finalmente i suoi destini a una
identità territoriale forte e staccandosi
definitivamente dal Comune capoluogo
di Taranto di cui era stato borgata per
tanti anni.
Un progetto di autonomia ma anche
un percorso culturale e civico che vide
tanti uomini e donne protagonisti di un
cambiamento che oggi da ragione alla
piccola comunità porta d’ingresso della
Terra delle Gravine, che si distingue
per attivismo e una forte radice storica
e antropologica legata proprio alle sue
origini.

Così il Comune di Statte per tutto il
2018 ha onorato questi 25 anni di autonomia con una serie di iniziative che in
questo primo scorcio di 2019 trovano
il loro culmine, ritornando alla terra e
all’acqua di cui il territorio un tempo
era particolarmente ricco.

Cartoline postali filateliche di pregio
che raffigurano la Fontana Vecchia,
il canale dell’Acquedotto del Triglio, il parco omonimo con le pozzelle di
areazione dei labirinti sotterranei e il
tratto ipogeo dell’acquedotto di epoca
romana, sono così i supporti su cui fino
alla fine di giugno sarà possibile ricevere
l’annullo filatelico che l’amministrazione comunale di Statte insieme a Poste
Italiane ha voluto realizzare in occasione del venticinquennale dell’autonomia.
“Siamo tornati alla fonte che ha garantito la vita in queste terre – dice il
sindaco di Statte, Franco Andrioli – e
siamo tornati al simbolo che rappresenta
il nostro Comune anche nello stemma
araldico del nostro gonfalone e della
nostra bandiera”.

“Le foto che abbiamo
proposto alla Filatelia di Poste Italiane
sono la rappresentazione più evidente
dell’anima green di questa terra, ma
anche del grande patrimonio storicoarcheologico e naturalistico di cui siamo
custodi – commenta Debora Artuso,
assessore alla cultura del Comune di
Statte – ecco perché legare questa speciale ricorrenza a questi “simboli” c’è
sembrato il modo migliore per celebrare
la fine di un percorso che ci ha consegnato maggiore coscienza di noi stessi”.
L’annullo filatelico è una traccia indelebile che viene effettuato da Poste Italiane in occasione di importanti eventi
nazionali. Gli annulli sono anche un
importante occasione per i collezionisti
e gli appassionati di marcofilia.
Per ricevere il timbro con l’annullo filatelico ci si potrà recare direttamente
della sede centrale di Poste Italiane in
viale Virgilio a Taranto e richiedere una
delle cartoline in questione con le immagini realizzate dal Circolo Fotografico
“Controluce”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche