05 Dicembre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 04 Dicembre 2021 alle 06:54:46

Cronaca

Calcioscommesse, nuovo choc. L’ex rossoblu Rajicic nei guai


 

Non ci sono i nomi eccellenti dell’allenatore della Juventus Antonio Conte e del difensore dell’Inter Andrea Ranocchia. C’è però tanta Puglia, nella nuova bufera sul calcioscommesse, ed un pizzico di Taranto, con l’ex centrocampista rossoblu Ivan Rajicic tra i 36 indagati. In realtà, Rajicic in riva allo Ionio ha lasciato il segno più per un brutto gesto verso i tifosi che per le sue prestazioni.

 

Ad ogni buon conto, sono tre distinti avvisi di conclusione delle indagini a carico di 36 persone – tra cui 27 calciatori in attività ed ex calciatori – ad essere notificati in tutta Italia dai carabinieri di Bari al termine di distinti filone d’indagine sul calcioscommessse della procura pugliese. Il reato contestato agli atleti è il concorso in frode sportiva.

 

Nel primo avviso di fine indagine, nel quale compaiono i nomi di 27 calciatori, viene contestato il reato di concorso in frode sportiva in relazione agli incontri di serie B ritenuti truccati Bari-Treviso del 10 maggio 2008 che finì 0-1, e Salernitana-Bari del 23 maggio 2009, 3-2. Gli incontri sarebbero stati venduti dai biancorossi in cambio di soldi.

Nel secondo avviso comparirebbero, stando a quanto si è appreso, i nomi di sei persone: quattro ex baresi – Parisi, Rossi, Bentivoglio e Guberti – oltre allo ‘zingaro’ Ilievski e a Iacovelli. Sono accusati di concorso in frode sportiva per le presunte combine di Bari-Sampdoria (0-1) e Palermo-Bari (2-1).

 

Nel terzo provvedimento viene contestato a tre capi ultrà del Bari, già arrestati il 10 maggio 2012, il reato di concorso in violenza privata per aver minacciato e preso a schiaffi un calciatore biancorosso per costringere la squadra a perdere le ultime due partite di campionato Cesena-Bari e Bari-Sampdoria della stagione 2010-2011, e per aver tentato di aggredire un atleta che si sottoponeva ai controlli antidoping al termine della partita Bari-Chievo del 20 marzo 2011.

 

I nomi dei 27 indagati del primo filone d’inchiesta: Andrea Masiello, Christian Stellini, Davide Lanzafame, Vitali Kutuzov, Angelo Iacovelli, Mark Edusei, Stefano Guberti, Cosimo D’Angelo, Luca Fusco, Massimo Ganci, William Pianu, Vincenzo Santoruvo, Nicola Strambelli, Massimo Bonanni, Vitangelo Spadavecchia, Marco Esposito, Nicola Santoni, Alessandro Parisi, Daniele De Vezze, Simone Bonomi, Francesco Caputo, Jean Francois Gillet, Corrado Mario Colombo, Raffaele Bianco, Ivan Rajicic, Nicola Belmonte.

 

I nomi dei 6 indagati del secondo filone: Alessandro Parisi, Marco Rossi, Simone Bentivoglio, Angelo Iacovelli, Christian Ilievski, Stefano Guberti.

 

I tre indagati del terzo filone: Alberto Savarese, Roberto Sblendorio, Raffaele Loiacono. Ad uscire a pezzi è l’immagine del calcio barese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche