13 Maggio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 13 Maggio 2021 alle 08:42:20

Cronaca

Gambizzò un parente, ottiene i domiciliari

E’ tornato a casa dopo che i giudici hanno accolto la richiesta avanzata dal suo legale


Il luogo della sparatoria in via Cesare Battisti © Tbs

Ha ottenuto i “domiciliari” il 31enne Fabio Carriere che, a febbraio scorso, ha ferito a pistolettate un parente. E’ tornato a casa dopo che i giudici hanno accolto la richiesta avanzata dall’avvocato Angelo Casa.

Il ferimento il 23 febbraio, in via Cesare Battisti. Un sessantenne era stato raggiunto alle gambe da alcuni colpi di pistola esplosi da Carriere che si è poi dileguato. Sul posto erano intervenuti i carabinieri i quali avevano subito avviato le indagini mentre il ferito era stato soccorso e condotto all’ospedale Ss. Annunziata. Le indagini, condotte dai carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Taranto, avevano consentito, a distanza di qualche minuto, di identificare il responsabile che era stato arrestato con l’accusa di lesioni personali aggravate, detenzione e porto illegale di arma. Fabio Carriere, parente della vittima, era stato trovato in possesso dell’arma utilizzata nell’agguato, una pistola Beretta calibro 7.65, con matricola limata. Al termine degli accertamenti il pm di turno aveva disposto il trasferimento in carcere dell’arrestato mentre l’arma era stata sottoposta a sequestro, insieme ai bossoli rinvenuti sul posto, per i successivi accertamenti. Il movente contrasti di natura familiare che erano culminati in una furibonda lite al termine della quale era avvenuto il ferimento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche