28 Novembre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 28 Novembre 2021 alle 18:20:00


LEPORANO – Il sindaco Domenico Pavone ha proclamato il lutto cittadino dopo la tragica scomparsa del giovane Mario Camassa. Un terribile incidente si è verificato ieri pomeriggio sulla strada di periferia che collega Leporano a Talsano. Una moto ha perso il controllo andando a sbattere contro un cassonetto dei rifiuti e nello schianto il giovane Mario, di appena vent’anni, ha perso la vita. Per lui i soccorritori non hanno potuto fare nulla. E’ morto sul colpo. La fidanzata, anche lei giovanissima, che viaggiava con lui a bordo della moto è, invece, finita in ospedale. Per lei subito il ricovero nel reparto di Ortopedia dell’ospedale “SS. Annunziata”. Resta in osservazione per le diverse ferite riportate nella caduta.

Non sarebbe, comunque, in pericolo di vita. Per Mario ora piange una comunità intera. Era molto conosciuto, infatti, in città perchè col papà Mimmo lavorara per il Comune. Eseguiva interventi di manutenzione edilizia che quindi lo avevano portato a lavorare in strada, nelle scuole e negli edifici pubblici di Leporano. Tutti lo avevono, insomma, visto impegnato in piccoli e grandi lavori . “Un ragazzo simpatico e ligio al dovere” così lo ricorda col nodo in gola il sindaco Domenico Pavone che lo aveva conosciuto fin da piccolo. “Mio figlio era stato a scuola con lui”. Un giovane come tanti, ma senza grilli per la testa. Si alzava presto al mattino per andare a lavorare. Aveva sogni e passioni comuni ai giovani della sua età. Ma ieri, l’impatto terribile con l’asfalto li ha cancellati in un solo colpo. Oggi l’intera comunità si stringe attorno alla famiglia di Mario. Mamma, papà, il fratello maggiore e la sorellina quasi non ci credono che Mario non c’è più. Con la sua vivacità riempiva le giornate. E’ in cielo e come un angelo li guarderà e da lì. Domani pomeriggio amici, parenti e anche semplici conoscenti lo saluteranno per l’ultima volta. Il rito funebre sarà celebrato alle ore 15.30 presso la chiesa Maria Immacolata di Leporano. Con molta probabilità sarà il parroco, don Pasquale Morelli, ad esprimere parole di speranza nei confronti di quanti soffrono per la scomparsa di Mario. Le bandiere del Municipio saranno poste a mezz’asta in segno di lutto per un giovane che tutti amavano. “Ho deciso di proclamare il lutto cittadino – conclude il sindaco Pavone – perchè purtroppo la scomparsa di un giovane è sempre una tragedia che non può lascarci indifferenti”. Purtroppo Mario è una delle tante vittime degli incidenti stradali e nonostante le statistiche classifichino Taranto al terzo posto tra le città pugliesi, il dato resta preoccupante. Un anno fa, cioè il 2 gennaio del 2012, sempre a Leporano unaltro giovane aveva perso la vita. Alessandro Forleo era deceduto durante l’impatto tra tre auto. La sicurezza stradale resta ancora un tema caldo. Le strade statali risultano le più pericolose (ne parliamo a pagina 6). Le cause dell’incidente di ieri pomeriggio sono tutte ancora da verificare. Indagano i carabinieri.

Maria De Bartolomeo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche