19 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 19 Aprile 2021 alle 15:35:44

Cronaca

IN OSTAGGIO DI QUATTRO GATTI


TARANTO – Strade bloccate, deviazioni improvvise, traffico paralizzato. Caos nella zona della Croce; accesso impossibile nel centro cittadino per chi proviene dal rione Tamburi. Il ponte punta penna come unica salvezza per evitare un congestionamento assoluto. Cronaca di una mattina di un giorno da cani, a Taranto. Città ostaggio di quelli che qualche automobilista infuriato ha definito “quattro gatti”, gridando al telefono di redazione la propria indignazione. A protestare, in realtà, erano i lavoratori della coop L’Ancora, che si occupa dei servizi cimiteriali.

Una protesta, la loro, che trae origine dalla rabbia di chi si sente discriminato, lamentando che anche loro, che lavorano al San Brunone, sono esposti come e più degli altri ai fumi della grande industria. La vicenda si è sbloccata poco prima delle 11, quando ad incontrare i lavoratori è stato il sindaco Ippazio Stefàno. Le strade sono tornate ad essere percorribili, mentre resta in piedi, ovviamente, la questione posta dai lavoratori: se ne riparlerà. Così come si riparlerà di quanto accaduto stamattina in una città che è stata paralizzata da una protesta, pure legittima, che ha visto qualche decina di persone riuscire a mettere sotto scacco la viabilità cittadina. I lavoratori de L’Ancora hanno bloccato il traffico sulla ringhiera di città vecchia, presidiando Palazzo di Città prima che il primo cittadino scendesse a parlare con loro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche