22 Ottobre 2020 - Ultimo aggiornamento il: 22 Ottobre 2020 alle 20:15:26

Cronaca

La Cassazione riapre il “caso Capuzzimati”: ordinanza annullata


 

La Corte di Cassazione “annulla l’ordinanza impugnata con rinvio al tribunale di Taranto per nuovo esame”. Il caso è quello dell’arresto del funzionario della Provincia Giuseppe Antonio Capuzzimati, l’ordinanza è quella del Riesame, che aveva confermato l’arresto.

 

Nella battaglia in punta di diritto sulla vicenda, che destò un enorme clamore, la Quinta Sezione della Cassazione fa segnare quindi un punto a favore della difesa; Capuzzimati è assistito dall’avvocato Egidio Albanese, che aveva contestato le esigenze cautelari nei confronti del suo assistito.

Il funzionario avrebbe fatto la cresta sui risarcimenti agli agricoltori colpiti dalle calamità naturali intestando i soldi alla moglie il cui conto in banca, dal 2006 al 2012, si sarebbe arricchito di 672.000 euro. Il funzionario dell’Ufficio agricoltura della Provincia, dove aveva il compito di istruire le pratiche di stanziamento dei fondi regionali finalizzati ai ristori alle aziende danneggiate, venne arrestato a maggio.

 

Con lui è indagata anche la moglie già iscritta sul registro con l’ipotesi di truffa aggravata e falso in concorso con il marito e con soggetti già identificati ed altri in corso di identificazione nell’organico della stessa amministrazione provinciale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche