24 Ottobre 2020 - Ultimo aggiornamento il: 24 Ottobre 2020 alle 16:49:01

Cronaca

Svaligiò una casa. Incastrato dalle impronte digitali


 

Ladro d’appartamento incastrato dalle impronte digitali. Sarebbe l’autore di un furto messo a segno in una abitazione di via Lago di Viverone, alla Salinella, lo scorso anno. Era riuscito a impossessarsi di preziosi e soldi per 2mila euro.

 

I carabinieri della Stazione Taranto Salinella, diretti dal maresciallo Massimo Chiriatti, in collaborazione con i loro colleghi della Stazione Taranto Principale, hanno arrestato Alfredo Locricchio, 33 anni, tarantino già noto alle forze dell’ordine, in esecuzione di una ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal gip Martino Rosati, su richiesta del sostituto procuratore Maurizio Carbone.

Il sopralluogo effettuato dagli militari dell’Arma, in collaborazione con gli esperti della Sezione Investigazioni Scientifiche del Nucleo Investigativo del Reparto Operativo, è stato determinante per identificare l’autore del furto. Il ladro aveva agito nel tardo pomeriggio approfittando dell’assenza dei proprietari dell’appartamento. Dopo aver forzato una finestra si era introdotto in camera da letto impossessandosi di gioielli e denaro contante.

 

La svolta nelle indagini si è avuta rilevando accuratamente una impronta digitale che, posta all’esame della Sezione Dattiloscopia del R.I.S. (Reparto Carabinieri Investigazioni Scientifiche) di Roma, dai loro colleghi della Sezione Scientifica di Taranto, è risultata appartenere al pollice della mano destra di Alfredo Locricchio. Le indagini stanno proseguendo per accertare se il giovane sia anche l’autore dei furti messi a segno, di recente, nella borgata di Talsano e per i quali, in questi giorni, le forze dell’ordine stanno eseguendo controlli anticrimine a largo raggio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche