06 Dicembre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 06 Dicembre 2021 alle 06:30:08

Cronaca

Revocato lo sciopero Ilva


 

L’annuncio del Premier Mario Monti che saranno pagate le retribuzioni dei lavoratori Ilva ha abbassato la tensione a Taranto.

Il primo effetto è stata la revoca dello sciopero ad oltranza che la Fim Cisl aveva indetto nello stabilimento siderurgico dell’Ilva di Taranto dalle 14 di giovedi’ scorso. La decisione di revocare lo sciopero e’ stata presa dall’assemblea in fabbrica una volta conosciuti gli esiti del vertice a Palazzo Chigi e il documento – approvato al termine dell’incontro alla presidenza del Consiglio – nel quale tutte le parti presenti, dal Governo all’Ilva, dai sindacati alle istituzioni locali chiedono l’immediata e integrale applicazione della legge 231 del 24 dicembre scorso.

Si tratta della legge che dispone che l’Ilva di Taranto possa continuare a produrre nonche’ commercializzare i prodotti realizzati prima del 3 dicembre. Ma e’ soprattutto la legge che blinda l’attuazione dell’Autorizzazione integrata ambientale rilasciata all’Ilva lo scorso 26 ottobre con una serie di prescrizioni a carico dell’azienda da adempiere in tre anni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche