Cronaca

Spaccati i denti a disabile

Torture a Manduria. Altri nove arresti


Una delle aggressioni a Stano

TARANTO – La banda degli orfanelli, che si faceva chiamare anche l’Ultima di carnali, oltre al povero Antonio Cosimo Stano, perseguitato e torturato, avrebbe preso di mira un altro disabile. Crudeltà senza fine. Al malcapitato durante una incursione gli hanno spaccato i denti. Stamattina la resa dei conti con la notifica di nove provvedimenti restrittivi. Nella nuova indagine spuntano un altro maggiorenne e altri quattro minorenni. E’ nuovamente deflagrata l’inchiesta condotta dal pm Remo Epifani e coordinata dal procuratore Carlo Maria Capristo in piena sintonia con il procuratore dei Minori, Antonella Montanaro. I poliziotti della Questura di Taranto e del Servizio Centrale Operativo di Roma hanno notificato i provvedimenti spiccati per concorso in tortura, lesioni, danneggiamento e violazione di domicilio aggravati. I nuovi arresti sono l’epilogo delle indagini della Squadra Mobile di Taranto e dello Sco di Roma sulla inquietante vicenda che ha visto vittima Antonio Cosimo Stano, il 65enne deceduto il 23 aprile scorso.
Qualche settimana prima era stato ricoverato d’urgenza per astenia e stato confusionale, quando, terrorizzato e già in precarie condizioni di salute, aveva deciso di rinchiudersi (privandosi del cibo) perché ripetutamente vittima di incursioni da parte della banda degli orfanelli che lo sottoponeva a vessazioni, angherie ed aggressioni.
Tra i gravi episodi contestati anche quello compiuto il 1° aprile scorso ai danni di un 53enne affetto da insufficienza mentale grave, il quale attirato di notte all’esterno della sua abitazione, è stato per “puro passatempo” colpito con calci e pugni che gli hanno provocato la rottura dei denti incisivi.

1 Commento
  1. Giuseppe 3 settimane ago
    Reply

    Perche non li mettete in piazza e li fate giudicare al popolo,!!!!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche