22 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 22 Aprile 2021 alle 15:06:21

Cronaca

Cinquantamila euro per curare le palme. Sprechi al Comune


“Da alcuni anni il patrimonio palmizio della città di Taranto è sottoposto all’aggressione dell’insetto noto come “punteruolo rosso”. In attesa che la ricerca e gli studi in atto producano una soluzione definitiva al problema, l’Amministrazione ha avviato una azione di profilassi e cura su interventi di irrorazione epigea ed ipogea integrati con interventi di endoterapia”.

 

La cura, preventivata dal Comune per le quattrocento palme dislocate su tutto il territorio, è però piuttosto salata. Da una determina dirigenziale del settore Ambiente (la numero 331 del 27 dicembre 2012) si apprende che l’Amministrazione comunale starebbe spendendo quasi cinquantamila euro per “salvare” le palme. Il Comune, infatti, ha affidato “il servizio di irrorazione epigea e ipogea su 400 palme garantendo 4 interventi secondo le cadenze temporali indicate dalla direzione, oltre ad interventi di dendrochirurgia su tutti gli esemplari che ne avessero necessità, stabilendo un corrispettivo di 38.000 euro oltre Iva, per complessivi 45.980 euro”. Uno schiaffo, in pieno volto, alla crisi che toglie il sonno anche alle famiglie tarantine.

Ma non è tutto. In un’altra determina, questa volta della direzione Lavori Pubblici (la numero 658 del 19 dicembre 2012) si impegnano diecimila euro per i “lavori di manutenzione delle fontane di competenza del Comune”.

 

“Sono già stati eseguiti lavori mirati come ad esempio la fontana “Rosa dei Venti” e “Piazza Fontana” che avrebbero necessitato di interventi radicali anche sugli impianti sia idrico che elettrico – si legge nel provvedimento. Per far fronte ad eventuali ulteriori e/o nuove riparazioni sulle fontane cittadini, l’Amministrazione comunale ha predisposto apposito capitolo di spesa sul quale, al netto degli interventi già eseguiti e liquidati, risulta ancora non impegnata la somma totale di 10mila euro”.

 

E certo, sono avanzati, perché non impegnarli? “A seguito di richiesta l’azienda che ha già operato sulle fontane sopra citate, ha presentato in data 18 dicembre l’offerta con la quale si impegna ad eseguire lavorazioni per un totale di 8.150 euro oltre Iva. Occorre pertanto provvedere ad impegnare la spesa complessiva di 10mila euro”. Quanto siano urgenti questi lavori alle fontane sarà solo il tempo a dirlo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche